Live Radio

Vavro si presenta: "Voglio dimostrare subito il mio valore. Amo lottare e giocare a calcio, nessun problema con la difesa a tre" (AUDIO)

FORMELLO

Giornata di presentazione in casa Lazio, dove prenderà parola Denis Vavro, nuovo arrivo per la retroguardia di Simone Inzaghi. Il difensore classe ‘96 ex Copenhagen è atteso presso la sala stampa di Formello alle 17. 

A margine dell’intervento del calciatore, il Direttore Sportivo della S.S. Lazio Igli Tare ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: 

“Partiamo con la presentazione del primo giocatore, Denis Vavro. È un calciatore che è in orbita Lazio da più di due o tre anni, da quando giocava in Slovacchia. È stato seguito nel suo percorso a Copenaghen, è stato un acquisto mirato, era previsto il suo arrivo. Oggi fa parte della nostra famiglia e ne sono molto felice. Ha delle caratteristiche molto importanti e non mi piace paragonarlo ad altri connazionali, farà un percorso importante di crescita nel calcio italiano e diventerà un punto di riferimento in questa squadra. Sono felice per come si è inseitto nel gruppo, si è integrato bene ed ha iniziato da subito a capire il nostro modo di giocare. Bisogna dare merito per questo al calciatore e dobbiamo essere pazienti con i giudizi, nessuno può giudicare i calciatori appena arrivati dopo due settimane in un nuovo contesto. Serve più pazienza e dare tempo ai nuovi calciatori per integrarsi nel nostro mondo". 

 Comincia la conferenza di Denis Vavro: "Sono felice e pronto per domenica. Ho sensazioni positive, sono carico. Voglio dimostrare quanto valgo. Ho un contratto molto lungo e voglio migliorare. La squadra è molto forte, abbiamo obiettivi importanti e dobbiamo cominciare col piede giusto. Ho apprezzato anche i tifosi, questo club è storico".

C'è un giocatore a cui ti ispiri?
"Il mio idolo è Skrtel. In Italia mi piace tanto Chiellini"

Qual è la difficoltà più grande che hai incontrato per ora?
"Forse la lingua può essere un ostacolo delle volte, ma non ci sono dei problemi veri e propri. Il mio punto di forza? Mi piace lottare e giocare a calcio semplicemente".

Dopo la Sampdoria c'è il derby con la Roma, che ti aveva cercato in passato...
"Ho scelto la Lazio perché è un grande club. Quando ho saputo dell'offerta non ho esitato ad accettare. Sono carico per il derby, ma prima bisogna pensare alla Sampdoria domenica".

Hai parlato con Skriniar?
"Sì certamente, è un difensore molto forte, il migliore in Slovacchia. Mi ha detto che è un calcio diverso da quello danese per esempio, è molto più veloce. Si gioca con passaggi corti e questo mi piace".

Avete parlato delle nuove regole? Con il calcio che hai potresti anche calciare all'inizio...
"Non proprio, ma non ho problemi a tirare quando mi trovo in una buona posizione".

Cosa ti ha incuriosito del modo di lavorare di Inzaghi?
"Inzaghi mi parla spesso italiano per farmi inserire. Ho già visto dei video di come difende la squadra e mi rivedo spesso dopo gli allenamenti e amichevoli".

Cosa cambia giocare nella difesa a tre?

Non è un problema per me difendere a tre, anzi mi trovo molto bene, soprattutto sul centrodestra. Mi piace sia difendere che attaccare. Sto imparando i nuovi movimenti di Inzaghi, sono pronto. A volte l'ho fatto con la Danimarca oppure nel corso di qualche secondo tempo.

Hai visitato Roma?
"Roma è una città bellissima".

17.15 - Finisce la conferenza stampa di Denis Vavro

Tempo di esecuzione: 0.075111865997314
Controller: Articoli
ID Pagina: 10480
Elemento caricato: Articolo #10480
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: a0a2048effd57772
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1