Live Radio

Lazio, sognare adesso è possibile: voglia di Champions

APPROFONDIMENTO

Il bello deve ancora venire. Perché non c'è solo la finale di Coppa Italia appena conquistata ai danni della Roma, ma anche quella di Supercoppa, se la Juventus vincerà lo scudetto. Due finali in un solo boccone, dunque. E quel che più conta adesso è che in ballo c'è pure la qualificazione in Champions. La Lazio, insomma, è a portata di tutto. Con pieno merito e con la forte sensazione che questa squadra, vista la giovane età, possa ancora avere ampi margini di miglioramento. Oltretutto, l'entusiasmo e la consapevolezza possono fare la differenza
Archiviato il derby e la finale di coppa e i conseguenti festeggiamenti, adesso Immobile e compagni possono concentrarsi sull'Europa, sia essa Europa Legue o Champions. Otto le partite che mancano alla fine del campionato, di cui cinque da giocare all'Olimpico, e tra queste è incluso il quarto e ultimo derby di fine aprile.
Si comincia da subito con il Napoli domenica prossima all'Olimpico. Una partita che vale un'altra finale. La formazione di Sarri è a quattro punti e batterla significherebbe aprire un fronte a cui nessuno credeva, ovvero entrare in corsa piena per il terzo posto. Un po' quello che è successo due anni fa con Pioli, quando la Lazio iniziò a macinare gioco e conquistare vittorie, fino a ritrovarsi ad un passo dalla seconda piazza occupata dalla Roma. Questa Lazio la ricorda molto, con la sensazione che quella attuale sia più forte e più quadrata in ogni reparto. Oltre al Napoli, in casa la squadra di Inzaghi se la vedrà pure con un'altra diretta concorrente, l'Inter. Poi Sampdoria e Palermo, mentre in trasferta ci saranno Genoa, Fiorentina e Crotone all'ultima.
TRIPLETE PERCHÉ NO
Un finale di stagione incredibile e tutto da vivere. Potrebbe addirittura essere da sogno e non solo con la Champions e la Coppa Italia, ma con un titolo che potrebbe essere assegnato alla Lazio dalla Federcalcio a fine stagione. Prima dell'estate o forse anche prima, il presidente Federale Tavecchio dovrà prendere la decisione sullo scudetto della stagione 1914-15. La commissione dei Saggi ha già dato un'indicazione precisa sulla possibile assegnazione alla Lazio, i tifosi potrebbero non finire mai di festeggiare. E trovarsi tra giugno e luglio con una bacheca ancora più ampia e ricca di trofei.
 ilmessaggero.it

Tempo di esecuzione: 0.08121395111084
Controller: Articoli
ID Pagina: 109
Elemento caricato: Articolo #109
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: 612f474d7da93318
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1