Live Radio

Milinkovic a ruota libera: "Scudetto? Eccessivo, pensiamo alla Champions. Juve non al top, ma restano i migliori". Poi il siparietto con i cartoncini...

DICHIARAZIONI

Come di consueto, DAZN, in esclusiva, ha intervistato un protagonista della prossima sfida che verrà trasmessa sul canale. Questa volta, alla vigilia di Lazio-Juventus, è il turno di Sergej Milinkovic-Savic, nella cornice di Formello, una 'seconda casa' per il serbo.

“Dualismo con Luis Alberto? No, a entrambi piace giocare al calcio, mi auguro che a fine stagione possa fare anche più assist rispetto a me, conta solo portare a casa punti. Riseptto allle passsate stagioni gioco più dietro, ho cambiato anche la mentalità, devo essere più sereno. Guardo le partite in un altro modo rispetto a prima” .

Lazio-Juventus, ormai è vigilia:” Possiamo fare un bel risultato, cercheremo anche di vincere. Loro non sono in un momento molto positivo, meglio per noi. Dobbiamo prepararla sempre diversamente dalle altre gare, perché Juventus non è una squadra normale, hanno i migliori giocatori, puntano sempre in alto. Se giocherei titolare a Torino? Bella domanda, non so, per ora sto alla Lazio e penso ad essere titolare qui. Poi in futuro chissà. Fiorentina e Milan hanno cambiato la nostra stagione. La Lazio più forte? Non siamo cambiato tanto rispetto a due anni fa, anche li mi trovavo benissimo. Vogliamo arrivare in Champions, è il nostro obiettivo. Per noi è importante avere questa classifica, tentare qualcosa di più? Penso che sia troppo parlare di scudetto, dobbiamo qualificarci alla prossima Champions. Parlo poco il dialetto romano, fuori dalla capitale non mi capisce nessuno (ride, ndr). 'Andiamo a magnà' è la frase che uso di più”.

Nell'ultima parte dell'intervista, a Milinkovic vengono consegnati dei cartoncini con scritte frasi in romanesco, per rispondere alle domande della giornalista. Alla domanda: “La Roma finirà sopra la Lazio?” il serbo risponde con un “Nun t'allargà”. “La Lazio in Champions?”, il serbo: “Ce sta tutta”.