Live Radio

Quale futuro per la fascia? I capitani tormentati della Lazio

RASSEGNA STAMPA

 Estate 2015. La fascia da capitano come punta dell'iceberg che fa naufragare Pioli e la sua ciurma. Promessa a Candreva in fase di rinnovo, finisce invece sul braccio di Biglia. Era l'anno in cui Mauri aveva abdicato dopo aver contribuito a portare la squadra ai preliminari di Champions. Il vice era Radu. Colui che contro la Fiorentina, sempre in quella stagione, provò a investire il giovane Cataldi di una responsabilità forse più grande di lui. Già, Danilo. Lontani quei tempi in cui lo s'immaginava come nuovo condottiero laziale. Forse sono svaniti del tutto. In quell'estate tutti vogliono comandare, ma nessuno s'impone davvero. Autogestione. Candreva rifiuta il ruolo di vice. Biglia si lega la fascia al braccio e nel corso della stagione prende le redini. Troppo tardi. La barca è già alla deriva. Lo scorso anno Lucas ad Auronzo non c'è, lotta in coppa America con il suo primo amore: l'Argentina. Tanti giovani e poche guide. Molti notano la differenza rispetto agli anni passati, quando ci si poteva alzare dalla tavola solo quando il Capitano (Mauri) dava l'ok. E allora la situazione la prende in mano Inzaghi che, forgiato dalla Lazio dello scudetto, insegna le regole dello spogliatoio, oltre che la tattica in campo. Quando torna, Biglia fa la voce grossa. Soprattutto con il ribelle Keita. Estate 2017. Sempre Lucas al centro delle cronache. Capitano, mio capitano, il viaggio è terminato, tanto per citare l'attimo fuggente. Lui, che rimproverava Balde per i suoi capricci, ora fa lo stesso. E così la Lazio si ritrova ancora una volta con una fascia da assegnare. 
TABÙAl momento Inzaghi non ne ha ancora discusso con lo spogliatoio. Simone sperava di avere ancora al suo fianco Lucas. Bisognerà nominarne in fretta un altro. Radu ha la giusta esperienza, ma probabilmente non sarà un titolarissimo. Immobile è ancora troppo giovane. I tifosi, invece, la loro scelta l'hanno già fatta da tempo: Lulic. Perché Lulic è per sempre. Ma c'è anche una strana aura intorno a quella fascia: chi la indossa alla fine è destinato ad andare via dalla Lazio. Scaramanzie a parte, a breve si conoscerà la scelta dello spogliatoio. Anche perché chi l'ha detto che c'è solo un capitano?

Il Messaggero

Tempo di esecuzione: 0.051152944564819
Controller: Articoli
ID Pagina: 1227
Elemento caricato: Articolo #1227
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: default/articoli
Loading ID: 01095201694d83ba
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 11
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=7)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1
  'spazi_pubblicitari' => int 2
  'pubblicita' => int 2