Live Radio

Cataldi: “L’obiettivo è la Champions League. Futuro? Vorrei impormi con questa maglia”

DICHIARAZIONI

Ha chiuso la finale di Supercoppa Italiana lo scorso 22 dicembre in quel di Riyadh contro la Juventus con una punizione perfetta, ora sta dimostrando di essere cresciuto e di meritarsi tutti gli elogi che sta ricevendo. Danilo Cataldi, centrocampista biancoceleste, è intervenuto a Radio Anch’io Sport, per parlare della stagione fino ad ora della sua Lazio, ed il momento magico che si sta vivendo: “Fare 10 vittorie consecutive è stato molto bello, era difficile da aspettarselo. All’inizio le cose non andavano bene, adesso invece siamo molto contenti. Non abbiamo parlato seriamente dello Scudetto, il nostro obiettivo è la Champions League. Questa è la cosa più importante e ci alleniamo per questo. Se poi a poche giornate dalla fine saremo ancora vicini ci proveremo ma per il momento non ci pensiamo”.

Nelle scorse stagioni, gli arbitraggi nei confronti della Lazio non sono stati dei migliori, ma alla domanda rivolta al numero 32 biancocelesti sugli arbitri per quest’anno, Danilo risponde chiaro: “In campo sono molto focoso e sono preso dalle cose che succedono, anche se adesso sono migliorato molto. Gli arbitri sono tranquilli e cercano di fare il loro lavoro al meglio. Sono professionisti come noi e si comportano come tali. Possono sbagliare, così come possiamo sbagliare noi. Dobbiamo portare rispetto e cercare di farli lavorare al meglio”.

Nella mente della Lazio è scattato qualcosa a partire dal secondo tempo della sfida casalinga contro l’Atalanta, lo conferma anche lui: “Sì, a fine primo tempo ci siamo guardati tutti in faccia nello spogliatoio e abbiamo pensato di poter riprendere la partita anche dopo aver subito tre gol. Abbiamo vinto tante partite nei minuti di recupero e questo non è un caso. La Lazio non molla fino all’ultimo, speriamo di continuare così”.

L’unica macchia della stagione è l’eliminazione dall’Europa League ai gironi: “Guardandola adesso potrebbe sembrare un vantaggio ma giocare in Coppa con la Lazio è bellissimo. A pesare più di tutto sono state le due sconfitte con il Celtic, abbiamo buttato la qualificazione ma dobbiamo guardare avanti e non pensarci”.

In vista del derby sarà assente Nicolò Zaniolo che, nella sfida contro la Juventus di ieri sera, si è infortunato al ginocchio concludendo in anticipo la stagione. Questo il pensiero del centrocampista della Lazio“Ho visto ieri la partita a casa. In queste situazioni non esistono maglie e mi dispiace molto. Gli auguro il meglio e spero che possa tornare presto”.

Ad inizio stagione non era considerato neanche come prima riserva, ma questo non ha scoraggiato il laziale che, anche in vista del mercato di giugno, ha le idee ben chiare: “Sì, ma ero convinto di me stesso e me la volevo giocare, almeno fino a gennaio. Mi sono messo sotto e ho lavorato dando il massimo. Le cose sono andate sempre meglio e sono contento della scelta che ho fatto. Non penso a cambiare aria, vorrei impormi con questa maglia. È difficile stare dietro agli altri ma penso che il nostro centrocampo sia il migliore d’Italia insieme a quello della Juve. Non gioco ogni domenica ma voglio dare il massimo quando sarò chiamato in causa”.

laziopress.it