Live Radio

'DOA' - Frezzolini: "A Bergamo si vive in una bolla, ma il campo è la medicina. Strakosha? Ora è maturo e consapevole" (AUDIO)

ESCLUSIVE

Giorgio Frezzolini, preparatore dei portieri delle giovanili dell’Atalanta, a ‘DOVE OSANO LE AQUILE’: “Stiamo cercando di preservare la normalità, dentro lo spogliatoio se ne parla, come è giusto che sia. Viviamo in una bolla, ma cerchiamo sempre di restare concentrati sul campo. Probabilmente ci voleva più chiarezza fin dall’inizio, è pur vero che parliamo di un’emergenza imprevedibile. Giocare a porte chiuse? Non è calcio, purtroppo, ma lo spettacolo deve andare avanti in ogni caso.  La Lazio? Ha una qualità incredibile, ciò che mi stupisce di più è lo scatto mentale che ha fatto la squadra. E’ proprio questo che le permette di esprimersi al 100%, visto che in fin dei conti l’organico è cambiato poco. Strakosha stesso è cresciuto molto. Sono stato un suo critico, ora vedo un giocatore maturo he partecipa al gioco della squadra. Anche Thomas ha acquisito la consapevolezza necessaria. Atalanta-Lazio? I nerazzurri hanno alternato partite incredibili ad altre a ritmi non ottimali. E’ un match difficile per entrambe, perché la Lazio se riesce ad uscire dal pressing ti fa male, mentre l’Atalanta con la sua grande aggressione può mettere gli avversari alle corde. Scudetto? Inter leggermente dietro, percentuali praticamente pari”.