Live Radio

Ufficiale, Europeo nel 2021: campionati da chiudere entro l'estate (virus permettendo). Finale Champions il 27 giugno?

APPROFONDIMENTO

Non c'erano molte alternative, sta ormai prevalendo la soluzione più “semplice” o comunque meno problematica. Spostamento dell’Euro a giugno 2021, campionati (e si spera coppe) da concludere entro l'estate. Decisione appena approvata dall’Esecutivo. Con un programma ipotetico di date da confermare in base... al virus.

UEFA E STAKEHOLDERS — Euro a giugno 2021, gara inaugurale a Roma l’11 giugno, è stata una visione condivisa in Europa, da mettere però in pratica con la “collaborazione” del maledetto virus: nessuno può infatti ipotecare il futuro. Si potrà tornare a giocare quando le condizioni sanitarie miglioreranno. La speranza è che la data sia i primi di maggio, ma non è possibile ora impegnarsi su un calendario definitivo.

DATE — Intanto, si lavora su varie ipotesi per la ripresa: la più ottimistica vede la "ripartenza" il 14 aprile, la più pessimistica a inizio giugno (addirittura il 13 giugno, con fine della stagione a luglio inoltrato). L’obiettivo Uefa sarebbe quello di completare le coppe con andata e ritorno. Quindi per l’Europa League inizio il 30 aprile e per la Champions il 5 maggio, con finali alla fine di giugno (il 27 è l’ultimo sabato).

DUE COMMISSIONI — Uefa, federazioni, leghe, club e calciatori – gli incontri video tra gli stakeholders intanto proseguono con Nyon campo centrale – si sono ritrovate d’accordo sull'obiettivo di finire le competizioni per club, non rimandabili, posticipando l'Europeo che è quadriennale e può essere recuperato con minori perdite. Ma le perdite saranno inevitabili. Per cui saranno create due commissioni, una delle quali si occuperà delle conseguenze finanziarie dell'effetto virus e l'altra di organizzare più ipotesi di calendario.

gazzetta.it