Live Radio

CTS: i protocolli non cambiano. Apertura stadi: a ottobre nuovo tavolo

RASSEGNA STAMPA

Il protocollo sui tamponi per le squadre di calcio non cambia (ogni quattro giorni) e per quanto riguarda la riapertura degli stadi ci si aggiornerà a inizio ottobre. È questo l'orientamento emerso dalla riunione del Comitato tecnico scientifico dopo le richieste arrivate dal mondo del calcio. Una posizione che il Cts ha già espresso in passato. Il calcio è uno sport di contatto e sono stati gli stessi vertici sportivi a proporre la soluzione che è attualmente in vigore, viene fatto notare dalle fonti del Comitato, dunque non si torna indietro. Inoltre, viene ribadito, non ci sono ancora le condizioni epidemiologiche per consentire una riapertura degli stadi al pubblico. Il Dipartimento presso il ministero guidato da Vincenzo Spadafora presenterà comunque nelle prossime ore al Cts una relazione sulla scansione delle partite della nuova stagione calcistica e sulla possibilità dunque di diluire la frequenza dei tamponi per le squadre professionistiche. Quanto al pubblico negli stadi, per capire se e come riammettere un numero contingentato di tifosi bisognerà aspettare una verifica a inizio ottobre in vista del mese successivo.

Il Messaggero