Live Radio

AUDIO - L'ag. Scalera: "Keita via alla cifra della Juve, punterei su Pjaca"

ESCLUSIVE

AUDIO: https://m.mixcloud.com/Radiosei/02-08-19-alessio-scalera-agente-fifa-lazio-sempre/

A tenere banco per quanto riguarda il calciomercato della Lazio è sempre il nome di Keita. Ai microfoni di Radiosei è intervenuto l’agente Fifa Alessio Scalera per dire la sua sulla vicenda: “Quella di Keita è una situazione ovvia. Il giocatore non vuole rinnovare, quindi deve essere venduto prima del 31 agosto alle cifre che l’acquirente ti offre. L’asta tra le società è creata dai giornali perché per un giocatore a scadenza, seppur interessante, non si possono spendere 30 milioni. Il proprietario del cartellino può decidere se vendere alle cifre offerte, oppure tenere per ripicca il calciatore facendo un buco nelle casse della società, facendolo giocare quando è possibile. Per il dopo Keita non ho proposto niente, l’ho fatto l’anno scorso con un giocatore che poteva somigliare al Papu Gomez (Marlone, ndr). L’atalantino per esempio sarebbe stata una buona opzione, anche se è un po’ avanti con gli anni. Nn credo che la Lazio cerchi un profilo con quelle caratteristiche, a maggior ragione se si vira verso il 3-5-2 e viste le ultime partite di Keita giocate da seconda punta. Mi domando quale sia la prima punta, visto che anche Caicedo ha spesso giocato in appoggio ad un centravanti. Brahimi o Ramselaar? Hanno caratteristiche da esterno di fascia. Visto che si dovrà parlare con la Juventus, anche se operato al crociato, Pjaca non ha nulla da invidiare a Keita: lo prenderei di corsa, se vogliamo fare un paragone ha meno fisicità e più tecnica del senegalese. Se dovesse tornare in forma al cambio la Lazio non perderebbe quasi nulla. O accetterei anche il prestito biennale più i 12 milioni proposti, che utilizzerei per il centrocampo. Su Lucas Leiva ho più di una perplessità, e allora al di là degli esperimenti come Luis Alberto e degli svincolati serve in quella zona un acquisto da 15-20 milioni. Dall’Italia, da club che devono vendere si può ancora attingere, anche se queste opzioni non sono viste di buon occhio dalla dirigenza biancoceleste”.lalaziosiamonoi.it

Tempo di esecuzione: 0.044384956359863
Controller: Articoli
ID Pagina: 1462
Elemento caricato: Articolo #1462
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: default/articoli
Loading ID: 76cdc0dc98f26e1b
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 11
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=7)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1
  'spazi_pubblicitari' => int 2
  'pubblicita' => int 2