Live Radio

Finalmente Immobile, il tampone della liberazione e visite: "Con il Crotone ci sarò" (VIDEO)

APPROFONDIMENTO

Fine dell’incubo. Ciro Immobile, attorno alle 8.10, è entrato alla clinica Padeia di Roma per sostenere i controlli di idoneità necessari per riprendere l’attività agonistica dopo lo stop per la positività al Covid-19, controlli polmonari e cardiologici, in particolare. L’attaccante della Lazio è arrivato da solo (il medico sociale Ivo Pulcini era già dentro la struttura ad aspettarlo) e la sua presenza è significativa perché vuol dire che - dopo il tampone negativo di ieri - stavolta c’è stato anche il via libera dell’Asl di Roma 1. Via libera che ieri non era arrivato a causa dei riscontri difformi degli ultimi esami. E le visite, già programmate, erano saltate all’ultimo momento. Non così questa volta. Il "tampone della liberazione" è stato fatto ieri mattina intorno alle 12 al drive in del Santa Maria della Pietà, che fa riferimento all’ospedale San Filippo Neri e quindi alla Asl. Prelievo naso faringeo per un tampone molecolare che non ha evidenziato nessuno dei fattori ricercati (neppure il famigerato gene N), dando dunque esito negativo. Avendo concluso già da qualche giorno il periodo minimo di isolamento (10 giorni) il giocatore può considerarsi "libero". Per il rientro in campo, manca appunto soltanto la visita di idoneità.