Live Radio

Addio tessera del tifoso, allo stadio tornano le famiglie e i tamburi

RASSEGNA STAMPA

Va in pensione finalmente, seppur gradatamente (tempo tre anni), la tessera del tifoso: tornano in curva tamburi e megafoni. E si spera tornino anche le famiglie. Sarà più facile abbonarsi, cosa che negli ultimi anni ha allontanano tante gente dal calcio. Firmato in Figc il protocollo con il ministro Minniti e il ministro Lotti (presente anche il Capo della Polizia, Gabrielli): ora la palla passa ai club, dovranno creare una fidelity card a pagamento (attenti alle speculazioni) e controllare che i loro tifosi ripettino il codice etico. Se sgarrano, via dagli stadi. Come succede a chi si comporta male in teatro. Come succede nelle Nazioni più evolute. Una svolta epocale, da noi anticipata (vedi Spy Calcio del 2 agosto). I tifosi saranno più responsabilizzati, niente tregua però ai violenti. Si comincia già con un test il 20 agosto, nella prima di campionato: Verona-Napoli. Partita aperta e biglietti disponibili anche last minute. Ma sempre biglietti nominativi e posti fissi. La curva del Verona è chiusa, la società farà gli abbonamenti solo dalla seconda di campionato. Così gli ultrà veronesi potranno andare in tribuna. E si vedrà subito se tutti condivideranno questo percorso virtuoso. L'Osservatorio del Viminale ha preparato il protocollo, il ministro Minniti ha elogiato Daniela Stradiotto, padovana, di estrazione rugbistica. Lei crede nelle porte aperte, lei è per dare fiducia ai tifosi: ma attenti ai furbetti delle curve, le barriere saranno gradatamente tolte (dove sarà possibile) ma per chi sgarra ci sarà sempre e comunque il pugno duro. Ha ragione Malagò quando dice che “dopo anni bui oggi si risale la china”. Il Coni spenderà 20 milioni per adeguare l'Olimpico che ospiterà una tappa degli Euro 2020. Ha ragione di essere orgoglioso Tavecchio: lui ha sempre creduto negli stadi pieni, per le famiglie, per i giovani “che si portano il panino da casa”. “La gente, spiega Tavecchio, potrà andare allo stadio senza paura”.. Ma crede, e non è l'unico, che ci voglia anche la certezza della pena per i violenti. A loro ha dedicato un passaggio del suo intervento Minniti: non pensino che questo allenti le maglie, è solo un tentativo, speriamo coronato da successo, di rendere gli stadi come erano (tanti) anni fa, come sono in alcune Nazioni. Luoghi di divertimento, di allegria, di folclore. Ha lavorato molto a questo progetto anche Lotti e Minniti scherzando ha detto che “adesso finalmente Luca potrà andare allo stadio con il megafono” (a tifare per la sua squadra del cuore, il Milan: ma questo Minniti non lo ha detto). Insomma, una svolta epocale. Una rivoluzione culturale. I club dovranno giocare un ruolo importante: speriamo che tutti lo capiscano. “Un altro calcio è possibile” lo slogan della Stradiotto. Lei ci crede e farà di tutto perchè questo si avveri.

E il sindacato calciatori per protesta abbandona il consiglio federale
Solo la Triestina ripescata, no al Rende per una fideiussione ritenuta non idonea, respinta inoltre la richiesta di riapertura ai ripescaggi che avrebbe consentito a società virtuose come Vibonese, Forlì, Lumezzane e Potenza di partecipare al prossimo campionato professionistico di Serie C, che così sarà composta solo da 56 squadre (anziché 60, anni fa erano 90...). I motivi della mancata riapertura dei ripescaggio, decisa oggi dal Consiglio federale della Figc, hanno causato un nuovo 'Aventinò dell'Assocalciatori, i cui vertici a partire dal presidente Damiano Tommasi, sono usciti anzitempo dalla riunione per protesta (e non parteciperanno più alle prossime, come tempo fa). Tra le altre motivazioni della protesta dell'Aic, vi è anche la decisione di posticipare i termini di pagamento delle mensilità di giugno a metà settembre, anziché al 21 agosto. Ci sono 5-6 società di B e alcune di C in seria difficoltà. "Essere presi in giro non fa piacere, per la categoria che rappresentiamo meritiamo un altro trattamento. Non è bellissimo far parte di questa Federazione", ha tuonato all'uscita Tommasi. Niente scioperi, almeno per ora, ma rottura totale. Con Tavecchio e anche con Ulivieri, presidente dell'assoallenatori. Intanto Milena Bertolini prende il posto di Antonio Cabrini come ct della Nazionale femminile: un successo, questo, di Ulivieri (altri volevano Carolina Morace).
 
Novità nei dilettanti: 5 sostituzioni. La soddisfazione di Sibilia
Storico cambiamento nell'universo dei dilettanti, il Consiglio Federale della Figc ha approvato la proposta avanzata dal Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti su impulso del Presidente Cosimo Sibilia, recependo una circolare dell'IFAB: dalla prossima stagione tutte le squadre dei campionati dilettantistici potranno effettuare cinque sostituzioni invece delle tre canoniche. La novità ovviamente non riguarda il futsal, rimane invariato anche il regolamento dell'attività giovanile della LND che prevede sempre sette sostituzioni e quello della Serie A femminile su precisa indicazione dell'IFAB. Comprensibilmente soddisfatto il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti e Vice Presidente Vicario della Figc Cosimo Sibilia che si è fatto promotore in prima persona di questo storico cambiamento: "Abbiamo compiuto un passo importante, una conquista ottenuta grazie al lavoro di squadra. Quando si fa sistema si ottengono risultati significativi. Una decisione che conferma ancora una volta la centralità della Lega Nazionale Dilettanti all'interno del sistema calcio. Le cinque sostituzioni rispondono ad un esigenza di cambiamento che sta attraversando il calcio a livello mondiale e l'Italia così fa uno scatto in avanti nel processo di miglioramento".Repubblica.it

 

Tempo di esecuzione: 0.044557094573975
Controller: Articoli
ID Pagina: 1490
Elemento caricato: Articolo #1490
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: default/articoli
Loading ID: 4111d643bc881404
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 11
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=7)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1
  'spazi_pubblicitari' => int 2
  'pubblicita' => int 2