Live Radio

'QDL' - Dalla Palma (CdS): "Ora non si può più parlare di zona Champions. Mercato decisivo, i problemi erano dietro, gli interventi sono stati fatti avanti" (AUDIO)

ESCLUSIVE

ALBERTO DALLA PALMA (CdS) in collegamento a 'QDL': "A Genova è stata una gara deludente, in questo momento le ambizioni della Lazio sono ridotte, soprattutto pensando a quanto avvenuto dal post lockdown in poi. Fino a clamorosi stravolgimenti, credo che non si possa parlare più di zona Champions. Sono risultati e prestazioni che ridimensionano la Lazio e la sua stagione. La differenza di rendimento con la Champions? E' stato fatto un girone molto importante, fortuna sua visto che i soldi che la Lazio incasserà sono fondamentali per andare avanti senza parlare ora di cessioni. Sul campionato è da giugno che ormai arranca e questo dipende da errori fatti nel mercato. I problemi grossi erano dietro, solo 5 volte ha tenuto la difesa imbattutta da giugno ad oggi, ossia nelle ultime 33 partite. Numero impressionante, mentre gli interventi più importanti sono stati fatti in fase offensiva. Il problema era rinfozare la difesa, non capisco perchè l'allenatore abbia accettato la distribuzione delle risorse estive. Giunto il momento di mettere in discussione Tare? Non lo so, io penso che in questo tipo di gestione societaria, il trio Inzaghi-Tare-Lotito sia difficilmente scomponibile. Ci sono dinamiche tanto complicate che si rischierebbe di finire peggio. In estate è stata sbagliata la mira, ma non credo che la Lazio sia nelle condizioni economiche per stravolgere tutto. tare ha avuto tante idee importanti, servirebbe ora un guizzo a gennaio. E' necessario"