Live Radio

Lotito interventista, frizione con Tare sul mercato e scossa alla squadra: “Dimostrate di essere da Champions”

RASSEGNA STAMPA

Stava trascorrendo le vacanze natalizie a Cortina il presidente laziale Claudio Lotito ed è tornato in anticipo, vedendo così la gara di domenica della Lazio da Villa San Sebastiano. Dopo il deludente pareggio in casa del Genoa, il patron biancoceleste ieri si è recato a Formello per fare un discorso collettivo. Come riporta Il Messaggero, ci ha pensato lui a dare la scossa: il primo obiettivo è quello di risolvere i problemi di “testa”. Nessuna furia, ma un richiamo generale al senso di responsabilità ed appartenenza: “Questa rosa è stata costruita per la Champions. Ricordatevi quali sono i nostri obiettivi perchè sinora non avete dimostrato quanto valete e lo voglio vedere subito contro la Fiorentina“.

Laziopress.it

Un’altra giornata di tensione a Formello, poche ore dopo la delusione di Marassi, ma questa volta non sono finiti sotto accusa Inzaghi e la squadra, anche se Lotito si aspetta molto di più in termini di risultati e di prestazioni dai suoi giocatori. Il vertice di mercato era previsto da giorni e si è trasformato in un acceso confronto con Tare, quando il diesse ha scoperto che la sua sfera di competenza è stata messa in discussione. Divergenza di opinioni e di obiettivi.Il dirigente albanese avrebbe contestato la cessione di Vavro al Genoa, concordata tra Lotito e Preziosi prima che in Liguria riaffiorassero alcuni dubbi sul difensore slovacco, e un esterno sinistro (di cui non si conosce il nome) entrato nei pensieri del presidente, deciso a consegnare almeno un rinforzo a Inzaghi per gennaio. Alta tensione e vivace discussione, così è trapelato. Lotito, dopo aver abbandonato Formello, non aveva alcuna voglia di parlare: teso e seccato al telefono, molto più del solito. Poi si è capito il motivo.

Corrieredellosport.it