Live Radio

Raul Moro chiede spazio: l’acquisto rischia di essere un flop

APPROFONDIMENTO

Chiede una chance, Raul Moro. Simone Inzaghi lo apprezza, Igli Tare ci ha puntato, eppure alla Lazio non trova spazio. Con il campionato Primavera fermo, il baby spagnolo si è visto in alcune occasioni in panchina con i big. Ha esordito la scorsa stagione nel match contro la Juve. Un’emozione impossibile da dimenticare. Quest’anno mai in campo.

Concorrenza

Raul Moro lo scorso 5 dicembre ha compiuto 18 anni. É sotto contratto con la Lazio sino a giugno del 2022. I biancocelesti lo hanno preso dal Barcellona B, nel 2019, per circa 6 milioni di euro. Talento canterano che piaceva anche al Chelsea, ma Tare è stato più veloce e lo ha portato a Roma. Primavera e prima squadra, adesso scalpita. In avanti la situazione è complicata. Per Inzaghi la coppia titolare d’attacco è Correa-Immobile. Senza il Tucu, come in questo ultimo periodo, ballottaggio tra Caicedo e Muriqi. Essere la quinta punta in una squadra che vanta la Scarpa d’Oro in carica, i lampi di Correa, la decisività del Panterone e il peso del prezzo di Vedat (pagato 20 milioni), è difficile. Senza dimenticare anche Pereira, che può fare la seconda punta. 

Quale futuro?

L’ex canterano vuole giocare, mostrare le sue qualità anche per pochi minuti. Adesso valuta il suo futuro, nonostante la Lazio creda sempre in lui. Meglio evitare il caso Pedro Neto, altro baby mai lanciato da Inzaghi e poi esploso al Wolverhampton. Il mercato chiude l’1 febbraio, andrà valutata anche la sua posizione.

Corrieredellosport.it