Live Radio

Cassano: “Il gol di Lulic è eterno, quel giorno la Roma è morta”

DICHIARAZIONI

Antonio Cassano è così, schietto, sincero, senza peli sulla lingua. Dice quello che pensa. Sempre. Senza paura dei giudizi e senza timore di far male anche ai tifosi di quelle squadre in cui ha militato. In questo caso, però, le parole di FantAntonio non fanno altro che rispecchiare la verità storica, la realtà dei fatti. In una diretta su Twitch con Adani, Vieri e Ventola, l’ex giocatore di Milan, Roma e Samp tra le altre, ha parlato così dell’imminente derby della Capitale: “Roma-Lazio per loro (i romanisti ndr) è 'la partita', per questo penso che non arriveranno mai al livello di Inter, Milan o Juve, perché per loro è importante solo quella partita. Sono disposti a vincere i due derby, poi non gliene frega niente se vanno in Coppa dei Campioni o in finale di Coppa Italia o fanno cose importanti. Vivono per quella partita tutto l'anno. Io ho fatto cinque anni lì, meravigliosi, e mi ricordo che davo dei biglietti ai miei amici intimi e vedevi degli insulti e dei litigi tra amici!”. Ma non è questo il succo del discorso di Cassano che rimarca come dopo la vittoria del 26 maggio di fatto non ci sia più storia. Il gol di Lulic ha annullato tutto il resto, ha dato alla Lazio la vittoria più importante di sempre, ha ucciso sportivamente una parte e innalzato l’altra alla leggenda: “È qualcosa come River Plate-Boca Juniors, anche per loro quella partita è più importante di tutto il resto. Da quando Lulic gli ha fatto gol in Coppa Italia, è successo come al Boca in Libertadores: una è morta e l’altra, la Lazio o il River, vivrà in eterno. La Roma potrà vincere anche 10 derby, ci si ricorderà sempre l'immagine del gol di Lulic”. E così sarà. Indimenticabile, incancellabile, Lulic è l’eroe e l’incubo. Il simbolo del trionfo e dell’eterna sconfitta.