Live Radio

Dopo Sy anche Kiyine verso la Salernitana che spinge ancora per Durmisi

CALCIOMERCATO

Un vero colpo di mercato quello di Sanasi Sy. Per tre ragioni: è un esterno mancino, ha appena ventun’anni ed aveva richieste in A (era quasi fatta con la Sampdoria) e in B. Ma la Salernitana è stata più lesta e si è assicurata il francese, di padre senegalese e madre maliana. Sy approda alla corte di Castori a titolo definitivo dall’Amiens e ha firmato un triennale. E ieri pomeriggio si è allenato con i suoi nuovi compagni.  Ora la Salernitana attende l’arrivo, o meglio il ritorno, di Sofian Kiyine, che giorni fa sul suo profilo Instagram ha postato una sua foto in maglia granata con la didascalia in francese: tutto è scritto. Il calciatore della Lazio, classe ‘97, potrebbe essere già oggi a Salerno. E dovrebbe indossare il granata anche il danese di origini albanesi Riza Durmisi, 27 anni, anche lui mancino, in grado di fare il quinto ed il terzino. Durmisi sta valutando se il trasferimento in B possa condizionare un’eventuale convocazione con la Danimarca per i prossimi Europei.  Con Sy, Kiyine e forse Durmisi la Salernitana ricostruisce tutta la catena di sinistra, offrendo a Castori calciatori giovani, di qualità e di esperienza, che andranno ad affiancarsi a Walter Lopez, che potrà essere un riferimento per tutti dall’alto dei suoi 35 anni. rossimo match. Dopo Coulibaly, che ha già esordito a Empoli, per la sfida col Pescara in programma sabato potrebbe arrivare anche la convocazione per Sy. La partita contro l’undici di Breda, uno che da queste parti ha vinto tutto, è difficile. La Salernitana viene da tre sconfitte di fila, ha subìto dieci gol in queste tre gare senza segnarne alcuno e ha perso qualche certezza. L’involuzione è stata netta. La squadra compatta, aggressiva, a cui era difficile fare gol, ha fatto spazio a una formazione timida, poco reattiva e pasticciona, che tra le prime dieci in classifica è quella con la peggior difesa (23 gol subiti). Una vulnerabilità già emersa in altre partite esterne contro squadre attrezzate come Spal, Brescia e Monza. Ieri lungo colloquio tra il diesse Fabiani e Castori.  Sabato mancheranno gli squalificati Dziczek e Anderson, ma rientreranno Di Tacchio e Capezzi. Contro il Pescara alcune scelte fatte ad Empoli potrebbero essere riviste: Mantovani tornerà titolare, potrebbe esserci spazio per Cicerelli e Kupisz ed in attacco anche per Gondo. Dopo l’allenamento la squadra è andata in ritiro all’hotel Mediterranea, nei pressi dello stadio Arechi.  Sy. L’ultimo arrivato, in ritiro con i nuovi compagni, è un calciatore di grande prospettiva. Cresciuto nel PSG, a 14 anni è passato al Paris FC e poi a 17 all’Amiens, firmando il suo primo contratto professionistico; ha esordito in Ligue 1 ed in Coppa di Francia. Poi il trasferimento in prestito al Tubize, in seconda divisione belga. Al termine di una stagione poco soddisfacente (appena 5 presenze) è tornato all’Amiens, in Ligue 1, senza mai giocare. Il resto è storia recente: la retrocessione dell’Amiens, il cambio in panchina e le 7 presenze in Ligue 2. Ora il calcio italiano e la Salernitana, per dimostrare il suo valore. 
 
Il Corriere dello Sport