Live Radio

'QDL' - Currò (La Repubblica): "L'unica colpa di Inzaghi è stata non affidare Lukaku ad Acerbi". Fontana (Radio Rai): "Basta l'assenza di un titolare..." (AUDIO)

PAROLA ALL'OPINIONISTA

ENRICO CURRO' (La Repubblica) in collegamento a 'QDL': "Inter-Lazio ha detto che la squadra di Conte è la più solida del campionato. Lo è dal punto di vista difensivo e a centrocampo, con Eriksen che inizia ad adattarsi a quanto chiesto da Conte. Inoltre ha due grandi attaccanti. La Lazio ha giocato bene, avendo lo stesso modulo dell'Inter, un bravo tecnico ed altrettanti giocatori bravi, credo che la differenza l'abbiamo fatta i giocatori meno importanti. In negativo, ovviamente. Inzaghi e Conte storicamente hanno un atteggiamento abbastanza simile, raramente concedono campo, uno dei due ieri un tentativo in più doveva farlo. Il terreno di caccia ideale di Conte è il campionato, non è facile sorprenderlo dal punto di vista tattico. Inzaghi, sapendo che a livello fisico la squadra fosse più debole, ha provato a sorprenderlo. Il calcio di rigore ha fatto saltare l'equilibrio, forse l'unica colpa specifica che ha Inzaghi è non aver messo Acerbi su Lukaku. 

DANIELE FONTANA (Radio Rai) in collegamento a 'QDL': "Se ad Inzaghi salta un difensore titolare le cose cambiano. Mi sono anche stupito che abbia giocato Hoedt e non Musacchio. Inzaghi non aveva beffato quando diceva che il vero obiettivo è la qualificazione alla Champions. Il campo l'ha confermato, questa squadra è stata costruita per questo obiettivo. Ci ricordiamo tutti i punti persi dalla Lazio nella prima parte della stagione, se la squadra di Inzaghi vuole raggiungere il quarto posto non deve ripetere gli stessi errori. Credo che la Lazio stia preparando davvero bene la gara con il Bayern Monaco, no è una gara così scontata".