Live Radio

Lazio, una grande opportunità di crescita ma con poco da perdere

ARBITRI

L'urlo che si alza da Formello è univoco: "Il Bayern è forte, lo sappiamo ma proveremo a giocarcela al massimo". La voglia c'è, la consapevolezza anche. E la Lazio si appresta a vivere l'andata degli ottavi di Champions come la classica squadra che non ha nulla da perdere: perché i tedeschi sono i campioni d'Europa e del Mondo in carica ed "erano l'unica pallina che non volevamo dall'urna", ha ammesso Inzaghi. Dunque, se dovesse andare male, nessuno avrebbe qualcosa da rimproverare alla Lazio, che ha già raggiunto il suo obiettivo: superare il girone eliminatorio dopo vent'anni. La pressione non c'è, la voglia di stupire è tanta. Ma dire che i biancocelesti non hanno nulla da perdere, forse non è corretto. Perché la Lazio deve essere consapevole che un doppio confronto del genere può essere lo strumento migliore per migliorare. E crescere come squadra, mentalmente e tatticamente, in vista del futuro. Così, la dovrà interpretare la banda Inzaghi. Deve vedere nel Bayern Monaco non tanto l'avversario da superare per fare un'impresa - che deve essere l'obiettivo principale - ma come una specie di maestro, che non ti perdona nulla e se può ti punisce con severità, ma al tempo stesso ti accelera un processo di maturazione che non potrà mai essere completato senza. La Lazo ha un'opportunità irripetibile e non deve sprecarla. Se verrà inquadrata così e verrà affrontata con lo spirito giusto, allora il doppio confronto contro Lewandowski e Co. sarà tutto di guadagnato. 
Ieri la squadra ha lavorato a Formello ed è entrata in ottica Champions. Nulla dovrà essere lasciato al caso, con lo staff di Inzaghi che sta analizzando (da settimane, per la verità) il Bayern per provarne a carpire anche un minimo e invisibile (a occhio nudo) difetto. Uno solo il dubbio di formazione: chi giocherà con Acerbi in difesa. Musacchio ha convinto e dovrebbe partire dall'inizio, mentre la terza maglia se la giocano Patric e Hoedt, titolare nelle ultime 5 del girone in inverno. Con l'olandese in campo, Musacchio si sposta a destra, altrimenti partirà come stopper di sinistra. Oggi alle 16 la rifinitura a Formello, mentre alle 15 parlerà Inzaghi, con un tesserato, in conferenza stampa. Il Bayern invece farà allenamento a Monaco alle 12, mentre l'allenatore Flick presenterà la partita ai media alle 13.45 sempre nel centro sportivo bavarese. Alle 18 poi il Bayern arriverà a Roma: niente rifinitura all'Olimpico. Tuttomercatoweb.com