Live Radio

'QDL' - Sen. Casini: "Con il governo Draghi deve esserci una svolta nelle vaccinazioni. Lazio? Rosa e difensori non all'altezza" (AUDIO)

ESCLUSIVE

PIER FERDINANDO CASINI (Senatore della Repubblica) in collegamento a 'QDL': "Purtroppo sono ancora positivo al Covid, ma fortunamente sto meglio. E' una cosa seria che non va sottovalutata, speriamo che questo governo Draghi cambi il passo sul fronte dei vaccini. Raggiungere l'immunità di massa è decisivo per far tornare il paese e le sue attività a regime. A Bologna ci sono ormai gli ospedali pieni, c'è da preoccuparsi e solo con le vaccinazioni si potrà uscire da questo momento. Al di là di Draghi è fondamentale che ci sia una sforzo di parti politiche anche opposte di collaborare. Mi sembra che si siano realizzando delle condizioni favorevoli al governo. Ho un figlio di fede laziale, è la mia seconda squadra, devo dire che la Lazio non può portare avanti tre competizioni ed in difesa non ha giocatori all'altezza delle avversarie. Lotito ha fatto miracoli, la Lazio è diventata quello che è oggi anche grazie a lui, ma è evidente che la rosa non è all'altezza. Il nuovo arrivato, Musacchio, è sembrato imbarazzante. La Lazio in questo momento sembra un po' arrivata, le condzioni di Immobile non sono buone per esempio. Temo che alla fine per la Champions la spunti l'Atalanta, la vedo ad un livello diverso. Lotito senatore? Non so se accadrà, c'è un ricorso, una procedura, bisognerà fare una votazione in base a questo".