Live Radio

"Forever young" Radu: pronto il rinnovo del contratto

CALCIOMERCATO

Una passo per entrare nella storia della Lazio che è ancora tutta da scrivere. Stefan Radu a Udine ha collezionato la presenza numero 401 (con 6 trofei vinti) agganciando in vetta a questa speciale classifica biancoceleste Beppe Favalli ormai destinato a perdere questo primato. «Non pensavo di arrivare così lontano. Ho proseguito partita dopo partita. Sono 13 anni che gioco e ancora ce la faccio» le parole del romeno subito dopo la vittoria a Udine pronto a scavalcare Favalli. A 34 anni Radu ha confermato di essere un elemento imprescindibile per la squadra che, quando è stato costretto in tribuna dall’operazione all’inguine, ha maledettamente sofferto collezionando tre sconfitte in quattro gare.
Monaco contro il Bayern ha disputato la sua prima gara da titolare in Champions dopo aver superato con un recupero record l’operazione all’ernia inguinale eseguita a Villa Mafalda dal prof. Barillari lo scorso 18 febbraio.
Romeno di nascita (è nato a Bucarest) ma romano di adozione (ha la Lazio nel sangue e considera il derby della finale di Coppa Italia del 26 maggio «la partita più bella mai giocata») l’esordio di Radu è datato 30 gennaio 2008 quando Delio Rossi lo fece giocare in Coppa Italia a Firenze. Inizialmente impiegato come centrale in una difesa a quattro, con Simone Inzaghi si è spostato a sinistra nella difesa a tre. Testa alla Champions e contratto in scadenza per lui è già pronto il rinnovo per un’altra stagione con possibile opzione per quella successiva.

Leggo