Live Radio

Inzaghi tra presente ed un promessa per il futuro: "C'è da trattare ma il matrimonio con la Lazio continuerà. Ora pensiamo di riprenderci la Champions" (AUDIO)

FORMELLO

È la vigilia del quinto anniversario di Inzaghi da allenatore della Lazio. Ma soprattutto a Formello è la vigilia della gara contro lo Spezia (ore 15), che i biancocelesti devono vincere per tenere accesa la speranza di rimanere nella corsa Champions. Il tecnico biancoceleste presenterà la sfida oggi alle 13.30 presso la sala stampa del centro sportivo biancoceleste

Un pensiero su Radu, che domani diventerà il più presente in assoluto nella storia della Lazio:
"Sono contento per lui, se lo merita. È un record importantissimo. Radu è stato mio compagno, ora sono il suo allenatore: per impegno e dedizione si è meritato tutto questo".

Il rinnovo?
"Lo sapete, con il presidente ci vedremo tra poco. Non penso ci saranno problemi, ci troveremo e vedremo il da farsi. Anche ieri, in un momento doloroso, ci siamo visti. Il funerale di Guerini è stato molto doloroso per tutto il mondo Lazio, sono tornato indietro nel tempo alla tragedia di Fersini".

Domani lo Spezia:
"Veniamo da due vittorie consecutive molto importanti, domani dobbiamo dare seguito. Dobbiamo riattaccare la spina nel migliore dei modi. Andare in nazionale è motivo di grande orgoglio per tutti. Spero di ritrovare tutti come li avevo lasciati".

Luis Alberto mancherà solo per questa partita?
"Ha avuto una distorsione importante alla caviglia. Sicuramente non lo avremo. Ci sono speranze per il Verona, dovrà lavorare di giorno in giorno con lo staff. Ha un versamento vistoso, la caviglia è gonfia".

Come sta Immobile?
"Ciro l'ho visto ieri, mercoledì ha giocato 90 minuti su un campo sintetico. È prematuro sapere adesso se giocherà, ci parlerò e valuterò la sua condizione".

La corsa Champions?
"Siamo lì, insieme all'Atalanta e alle altre cinque. È lunga. Abbiamo davanti a noi squadre molto attrezzate, ma noi vogliamo rimanere nell'Europa che conta".

Il 3 aprile 2016 è diventato l'allenatore della Lazio: adesso guarda avanti o si sente a fine ciclo?
"Sono contento di quello che ho fatto e spero di andare avanti per i prossimi anni. Il presidente sa che la Lazio per me è al primo posto, è la mia prima scelta. Poi come in tutti le famiglie bisogna trattare. Penso che questo matrimonio possa continuare, senza se e senza ma".

Il Sassuolo non schiererà alcuni giocatori per precauzione contro la Roma...
"Penso solo alla Lazio, non mi piace commentare le dinamiche di altre squadre"

Domani può giocare Pereira?
"Domani può essere un'opzione, lavora molto bene durante la settimana. Sono molto contento per come si è inserito. Può fare sia la mezz'ala che la seconda punta"