Live Radio

Immobile mette nel mirino il Milan: tentativo dei rossoneri in estate...

RASSEGNA STAMPA

IMMOBILE METTE NEL MIRINO IL MILAN: NESSUN GOL AI ROSSONERI CON LA LAZIO

Nelle vittorie Ciro Immobile lascia sempre il segno. È il suo trend in questa stagione. Confermato nel successo dell’Italia contro lsraele, deciso dal suo settimo gol in azzurro. Che è anche è il sesto in Nazionale da laziale: bottino che lo portato sul podio della relativa graduatoria biancoceleste. Martedì sera, il bomber di Inzaghi ha infatti raggiunto al terzo posto Beppe Signori all’inseguimento di Pierluigi Casiraghi (11), scrutando all’orizzonte il primato di Silvio Piola (28 gol). «Partita difficile, ma importante aver portato a casa i tre punti! Forza Italia!», la sua gioia con l’immagine dell’esultanza di Reggio Emilia postata sul profilo Twitter condiviso con la moglie Jessica.

feeling Ieri pomeriggio, Immobile è tornato a Formello. Con un sorriso più radioso del solito per la nuova prodezza in azzurro. Si è affacciato sul campo dove si stavano allenando i compagni, poi è tornato in palestra. Il suo entusiasmo dona da sempre una spinta in più nello spogliatoio della Lazio. I suoi gol portano vittorie e nuovi sogni da coltivare. Dopo le 26 reti della passata stagione (23 in campionato, suo nuovo primato in A; 3 in Coppa Italia), un’altra stagione cominciata col vento del gol a favore. A partire dal precampionato: 8 centri in 6 amichevoli, condite da altrettante vittorie. Poi, l’exploit in Supercoppa contro la Juventus: doppietta nel 3-2 del 13 agosto che ha regalato il primo trofeo nella gestione di Simone Inzaghi. E ha avviato nella trasferta contro il Chievo la prima vittoria (2-1) nel campionato della Lazio. Un gol che ha suggellato la bella storia che sta vivendo in biancoceleste: l’altra domenica a Verona è arrivato infatti a quota 29, mai aveva segnato così tanto con la stessa maglia (con Torino e Pescara si era fermato a 28).

OBIETTIVO Ora Immobile ha il Milan nel mirino. Uno dei muri invalicabili nel campionato scorso. In realtà, ai rossoneri ha segnato un solo gol in 7 sfide. Risale alla ventiduesima giornata del campionato 2013-14 (primo febbraio). Portò in vantaggio il Torino di Ventura a San Siro, poi pareggiò Rami. Ma soprattutto, contro il Milan, non è mai riuscito a vincere (tre pareggi e quattro sconfitte). Un tabù che rispecchia quello (un po’ più pesante) che aveva contro la Juventus prima della Supercoppa. Il vento del gol a favore potrebbe dargli il guizzo decisivo anche domenica: Milan avvisato. Ma Immobile guarda oltre eventuali riferimenti scaramantici. Contro i rossoneri andrà a caccia del gol come sempre. Per vincere. E per dare una certezza in più alla Lazio di Inzaghi: quella di poter sognare un posto in Champions.

La Gazzetta dello Sport

NO DI LOTITO (Corriere dello sport)- Chissà se domenica all’Olimpico dovrà confrontarsi con Cutrone, l’ex viola Kalinic oppure il portoghese Andrè Silva. La Lazio se lo gode, è uno dei suoi tre capitani, sempre più dentro al progetto, un vero trascinatore del gruppo anche fuori dal campo e non solo in area di rigore. Il retroscena risale all’inizio di giugno, quando il Milan avviò la trattativa per Biglia e Keita. Fassone conosce Immobile dai tempi in cui segnava raffiche di gol negli Allievi del Sorrento, lo voleva o lo avrebbe voluto in rossonero, all’alba dell’estate era stato inserito nella potenziale lista degli obiettivi per l’attacco, in seconda fila soltanto rispetto ad Aubameyang, suo compagno ai tempi del Borussia Dortmund. Trattativa mai nata, un semplice sondaggio. Non si poteva fare e non c’è stata la minima possibilità di cominciarne a parlare. Un muro Lotito. Disse a Fassone e Mirabelli che neppure avrebbe voluto ascoltare una possibile offerta. 

Tempo di esecuzione: 0.045030117034912
Controller: Articoli
ID Pagina: 1638
Elemento caricato: Articolo #1638
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: default/articoli
Loading ID: 99f65b58761f441b
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 11
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=7)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1
  'spazi_pubblicitari' => int 2
  'pubblicita' => int 2