Live Radio

Incontro Lotito-Ventura. La Lega verso il no all'anticipo del campionato

RASSEGNA STAMPA

 

Un tavolo per due, a via Veneto: Claudio Lotito e Giampiero Ventura si sono incontrati a Roma, in tarda serata, nello storico locale Harry's bar. Un angolo più appartato, tra uno spritz (Lotito) e un caffè (Ventura): come riporta la rassegna stampa a cura di Radiosei, i due si sono incontrati in incognito per discutere. Di cosa, resta un mistero. Intercettati da Rino Barillari, e poi da un tifoso che chiede un selfie al presidente della Lazio, Lotito e il ct azzurro sono costretti a interrompere l'incontro: i flash del paparazzo inducono la coppia a lasciare il locale. Ventura sale su un taxi, il patron laziale lo segue in auto. Per continuare a parlare altrove.  

La richiesta di Giampiero Ventura non verrà accolta: sembra, infatti, che la possibilità di aprire il prossimo campionato il 13 agosto vada incontro a un rifiuto. L'assemblea che avrà luogo domani probabilmente non risolverà nulla per quanto riguarda le nomine e lo statuto, ma stabilirà le date per la prossima stagione. La Federcalcio aveva invitato la Lega a valutare le richieste della Nazionale, che a settembre scenderà in campo per una gara importantissima con la Spagna. Come riporta la rassegna stampa a cura di Radioseil'idea di giocare sotto Ferragosto non entusiasma la maggior parte di società in A, per questo il campionato dovrebbe partire il 20 agosto. Per quanto riguarda lo stop natalizio, la Lega deve prendere una decisione: i top club propongono due o più turni sotto le feste per incentivare la partecipazione del pubblico, le medio-piccole non sono d'accordo. Calcolando che servono 14 voti, la divisione in blocchi permetterà alla situazione di rimanere immutata. 

STATUTO E NOMINE - Il problema resta l'articolo 19, sulla ripartizione dei proventi tv. Le big, insieme a società come Torino, Cagliari, Sampdoria e Bologna, auspicano che le elezioni passino per un cambiamento dello statuto. Intanto, Lotti, Malagò e Tavecchio si incontreranno in queste ore per coagulare i 14 voti necessari per procedere con il voto delle nomine, ma difficilmente verrà raggiunto il quorum né è plausibile l'elezione di Adriano Galliani, specialmente a causa del conflitto d'interessi evocato da alcune società a causa dei legami con Fininvest. Senza novità, quindi, il termine del 18 aprile imposto dalla Figc verrà sforato, conducendo alla nomina del commissario, il 21 aprile.lalaziosiamonoi.it

Tempo di esecuzione: 0.092463970184326
Controller: Articoli
ID Pagina: 187
Elemento caricato: Articolo #187
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: a810e351bc37fa6a
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1