Live Radio

Inzaghi, Marotta: "La Juve non pensa a lui per il futuro"

CALCIOMERCATO

Marotta svaria su vari fronti intervistato a Sky Sport. La partenza è su Ancelotti «Grande allenatore ma sottolineo come noi siamo estremamente orgogliosi di Allegri, mi pare scontato proseguire con lui. Nello stesso tempo Ancelotti è un amico e un grande allenatore».

NAPOLI. «Nessun timore sul sorpasso del Napoli, siamo in una fase interlocutoria del campionato dove il calendario condiziona la classifica, poi ogni tanto è bello fare i cacciatori e non la lepre. Ora abbiamo una lepre davanti, faremo i cacciatori. Ci sono tantissimi punti a disposizione e tante partite, in questo periodo abbiamo fatto buone prestazioni».

DYBALA. «L'Argentina in quel settore ha tanti campioni che è difficile schierarli tutti insieme. E' normale che ci sia un'esaltazione di Messi che resta il più forte o uno dei più forti al mondo ovvio che che per lui o Higuain ci sia concorrenza».

ELKANN. «È una prova di stima da parte del rappresentante dell'azionariato di maggioranza, questo è importante per noi. La conferma del senso di appartenenza che lui ha voluto pronunciare ci aiuta a lavorare bene».

VAR. «La posizione della Juve, e mia personale, è che c'è la necessità di un supporto tecnologico. Certamente all'interno del Var, che è al momento è sperimentale, bisognerà tracciare un bilancio a fine anno. Su questo servirebbe un confronto con la classe arbitrale. Il gol di Mandzukic era da annullare, ma non ho capito perché non si sia presa posizione sull'episodio da rigore su Higuain al 94'. Sono strumenti importanti perché riducono al minimo l'errore dell'arbitro, che però deve rimanere la figura centrale. Certamente si perde molto dal punto di vista del romanticismo, si riduce l'aspetto emozionale, perché io ad esempio avevo esultato al gol. È difficile poi quando festeggi tornare indietro».

INZAGHI. «Non pensiamo a lui per il futuro,  ma questo non significa non esprimergli i complimenti per quello che ha fatto. L'ho avuto anche quando era giocatore alla Sampdoria. Ha grandi qualità, sono certo che farà una grande carriera, è uno dei migliori tecnici emergenti. Ma ribadisco che la nostra intenzione è continuare con Allegri, con cui abbiamo un contratto pluriennale».Ilmessaggero.it

Tempo di esecuzione: 0.093915939331055
Controller: Articoli
ID Pagina: 1931
Elemento caricato: Articolo #1931
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: f6bd38eb8117dbb4
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1