Live Radio

Italia, sarà rivoluzione: tutti i nomi per il dopo Ventura

NAZIONALI

ROMA - L'avventura di Gian Piero Ventura è finita ieri con un triste 0-0, dopo 16 partite, in un modo non certo preventivabile solo un paio di mesi fa, prima della “crisi di Madrid”. Quando fu presentato, a metà del luglio 2016, l’ex tecnico del Torino promise «un’Italia umile, determinata, feroce ed eccitante», aggettivo a lui jcaro,mainquesto momento particolarmente infelice. Nel momento decisivo, Ventura, di sicuro uomo di calcio, non ha pagato solo i propri limiti (soprattutto di esperienza internazionale) ma anche il vuoto, adesso evidentissimo, della mancata formazione del ticket con Marcello Lippi, figura che sarebbe risultata chiave nel burrascosa frangente dello spareggio premondiale. Da oggi Tavecchio, pur in mezzo alla tempesta perfetta che lo sta sommergendo e in mezzo alla quale lui prova a tenere la barra dritta, deve cercare un sostituto del ct.

Ecco tutti i nomi in ballo per la panchina azzurra: 

ANTONIO CONTE 
E' il candidato ideale, una delle ipotesi più calde in via Allegri. Tutti hanno ancora negli occhi la bella cavalcata azzurra agli Europei. Si tratterebbe di stabilire nuovamente un budget almeno triplo rispetto a quello fissato per Ventura (1,5 milioni netti a stagione). Conte - che ha deciso ormai di chiudere la sua parentesi inglese al Chelsea - potrebbe essere interessato, ma si dovrà lavorare molto per convincerlo a tornare. 

CARLO ANCELOTTI
E' insieme a Conte la 'stella' che potrebbe far tornare un po' di entusiasmo al depresso gruppo azzurro e a tutti i tifosi distrutti dopo la mancata qualificazione mondiale. Il problema di Ancelotti è che vorrebbe continuare ad allenare un club importante in Europa (si parla di lui come possibile erede di Conte sulla panchina del Chelsea). Tra l'altro lo stesso tecnico italiano deve ancora dare una risposta alla Croazia che lo aveva contattato per il mese iridato ai Mondiali di Russia. Come per Conte, anche nel caso di Ancelotti il budget relativa all'ingaggio dell'allenatore dovrebbe essere per lo meno triplicato. 

MASSIMILIANO ALLEGRI
L'attuale tecnico della Juventus è paradossalmente il più facile da raggiungere in quanto pronto a ragionare in termini azzurri già dalla prossima estate. Allegri potrebbe lasciare la panchina bianconera e accetterebbe con piacere l'eventuale invito federale a diventare il nuovo commissario tecnico azzurro.  

ROBERTO MANCINI
Mancini al momento è in Russia (guarda caso proprio il paese che ospiterà il prossimo Mondiale) sulla panchina dello Zenit e in passato il suo nome è stato spesso accostato all'Italia anche prima dell'avvento di Ventura. La sua candidatura non è da scartare anche se al momento la pista da percorrere per strapparlo allo Zenit è piuttosto complessa. 

CLAUDIO RANIERI
Il tecnico del miracolo Leicester è al Nantes e per lui vale lo stesso ragionamento fatto per Mancini. In passato il suo nome è girato nei corridoi di via Allegri e non è escluso che possa tornare di moda. 

IL TRAGHETTATORE DI BIAGIO
Possibile, in questo frangente, che la Nazionale venga affidata a marzo, in occasione delle amichevoli con Argentina e Inghilterra al traghettatore Di Biagio (ieri, con un tempismo singolare, dettosi disponibile: «Non c’è bisogno che qualcuno mi cerchi: io in Federazione ci sono già...»), in attesa a giugno di ripartire con un nuovo ct, che esordirà a settembre nella nuova Uefa Nations League.corriere dello sport

Tempo di esecuzione: 0.074635028839111
Controller: Articoli
ID Pagina: 2322
Elemento caricato: Articolo #2322
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: 6500a4540e228d1a
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1