Live Radio

Var, altro bug sui replay: la regia unica fa danni e fa infuriare

ARBITRI

Ta taan! Ci risiamo! Altro giro, altre polemiche sul VAR. Questa volta, dopo gli episodi da film horror a Napoli, poi Crotone, e infine San Siro, sul tavolo del tribunale mediatico ci finisce pure la regia delle immagini. Il gol di Cutrone con il braccio in Milan-Lazio, non visto da Irrati in campo e non analizzato da Rocchi e Di Liberatore in sala moviola, fa discutere. Come sia possibile che nessuno lo abbia notato? Che solo dopo qualche minuto le Pay TV (Mediaset Premium e Sky Sport) abbiano mostrato i replay del gol galeotto? Dietro alle immagini che vediamo sulla nostra televisione di casa, comodi in poltrona, c’è un mondo fatto di cavi che vanno dalle telecamere ad una sola regia. 

CIAK, SI GIRA! - Le immagini sulle nostre tv arrivano da una regia unica, quella della Lega di Serie A. La novità è stata introdotta ufficialmente dalla stagione 2015/2016. Nel caso italiano, Mediaset Premium e Sky Sport (le aziende che hanno i diritti del nostro campionato), hanno solo delle telecamere di supporto per ulteriori immagini complementari. Poca roba: tutto quello che vediamo alla tv arriva direttamente dalla Lega. Che gestisce ovviamente anche i replay e le immagini al vaglio del VAR.

C’è un pool di registi coordinato da Popi Bonnici, ex Mediaset, uno dei volti più esperti del broadcasting calcistico. Una plancia fatta di monitor, mixer e joystick a disposizione. Immaginate la sala comando del Millenium Falcon di Guerre Stellari. 

NON PIACE - Le lamentele sulle riprese, sui pochi replay, mandate dalla regia della Lega, vanno avanti ormai da due anni. A criticare sono soprattutto i telecronisti, in primis Fabio Caressa: “Siamo tornati indietro di 10 anni”. Incomprensibile. Siamo nell’era dell’HD, del 4K, degli slow motion, delle telecamere ovunque. Eppure il replay del gol di mano di Cutrone non è stato mandato. Il VAR, che stavolta non c’entra, ne esce pulito: quel replay chiarificatore non è andato in onda sui monitor di Rocchi e Di Liberatore. Che hanno controllato in quell’azione, con le immagini a disposizione, solo se ci fosse il fuorigioco dell’attaccante del Milan. Di fatto la moviola in campo scopre un altro bug: non ha tutto a disposizione. La sperimentazione non c’è mai stata in Serie A. E ora pagano i club, con i punti. 

Massimo Mauro, al Club di Sky ha commentato amaro: “Se alla VAR non arrivano queste immagini è un fallimento totale. Va chiusa. Se fosse successo nello spareggio scudetto Juventus-Napoli sarebbe stata la fine del mondo. Non possono accadere questi errori. A questo punto è meglio toglierla, è ridicolo”. Che la strumentazione usata non sia all’altezza? Serve il massimo della tecnologia. La ripresa delle partite la gestisce Infront, la regia invece, la Lega. In sala VAR ci sono i tecnici della società Hawk-Eye, la stessa che ha ricevuto dalla Serie A l'appalto per la fornitura del sistema di rilevamento della traiettoria del pallone nota come Goal Line Technology (accordo triennale dal 2015-2016). Anche loro incolpevoli: gestiscono le immagini che gli arrivano. Solo quelle, senza possibilità di scelta. Ora si scopre che il VAR, oltre alle valutazioni sbagliate da parte degli arbitri, non analizza tutti gli episodi.

FUTURO - Eppure Popi Bonnici, il coordinatore dei registi della Lega di Serie A, l’aveva detto ad inizio campionato: “Avrei preferito più sperimentazione, però ormai ci siamo. Ma la definizione finale del protocollo, diciamo, sarà nelle prossime ore. Non abbiamo ancora una direttiva completa”. Mediaset e Sky continuano a criticare: pochi i replay offerti dalla Lega Calcio. Serve un salto di qualità anche in questo senso. Come? La risposta ancora non c’è. E pensare che Bonnici, per la sua Tau Media srl, in estate cercava un giovane assistente regista. Incarico valido per l’intera stagione 2017-2018, senza alcuna retribuzione. Ecco come si formano i giovani nella tv del calcio.lalaziosiamonoi.it

Tempo di esecuzione: 0.076234817504883
Controller: Articoli
ID Pagina: 3207
Elemento caricato: Articolo #3207
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: b5bc2da2c55c1cb4
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1