Live Radio

VIDEO - Parolo: "Con noi non vogliono vedere il VAR perchè i nostri rigori sono clamorosi"

DICHIARAZIONI

Marco Parolo è intervenuto anche in zona mista dove ha risposto alle domande dei cronisti presenti: “Si tratta di un pareggio amaro, noi volevamo vincere questa partita. Il Cagliari ha fatto la gara che voleva, servendo queste palle lunghe su Pavoletti. Noi non siamo stati brillantissimi negli spazi ed abbiamo fatto diversi errori in appoggio però ci sono anche delle situazioni un po’ rocambolesche contro di noi e questo inizia a pesare e a dare fastidio. Non capiamo alcune cose: c’è la possibilità di usare la tecnologia che secondo me è importantissima e sarà il futuro del calcio. Però dev’essere utilizzata e non comprendo perché non si voglia usarla. Si poteva usare la VAR, era semplice e bastava andare a vedere. Come si sono persi tre minuti per il rigore del Cagliari. Poi il penalty può esserci e non può esserci ma trenta secondi o tre minuti si possono perdere per un episodio (il fallo da rigore su Immobile, ndr) che è al limite. C’era da andare da a controllare in questo caso. Questi episodi, ripeto, ci danno fastidio. Comunque sia la Lazio doveva venire qui a Cagliari e magari, seppur in modo poco brillante, vincere. Non l’abbiamo fatto ed è un peccato. Noi siamo andati a chiedere all’arbitro spiegazioni su quell’episodio. Ciro (Immobile, ndr) aveva il controllo del pallone ed avrebbe potuto crossare e sarebbe stata un’azione pericolosa. L’arbitro ha detto che aveva visto e che la VAR gli ha confermato che la sua decisione era corretta e che non era rigore. Allora questa non è malafede dell’arbitro, magari chi la guardava da fuori stava guardando un’altra partita. In alcune gare della stagione puoi anche essere sottotono, lo fanno anche le grandi squadre ma le big sanno vincere questo tipo di match. Noi non riusciamo a farlo, quando non siamo belli non riusciamo ad essere vincenti e questo forse è un limite che abbiamo e bisogna cercare di limarlo in qualche modo. Dobbiamo lavorare per tornare ad essere più brillanti rispetto a questo momento, in un campionato ci può stare, ma dobbiamo imparare a vincere partite anche sporche. Il ritorno con la Dinamo? Il fatto che abbiamo solo un risultato ci può dare la carica e la voglia di andare lì e vincere la partita, anche se non sarà facile. Fortunatamente non c’è il VAR in Europa (sorride, ndr) e vedremo come andrà”.lalaziosiamonoi.it.

Al termine di Cagliari-Lazio, il centrocampista biancoceleste Marco Parolo è intervenuto ai microfoni di Lazio Style 

“In questo momento non vogliono vedere al VAR gli episodi che potrebbero essere a nostro favore perché altrimenti sarebbero costretti ad assegnarci rigori come quello di oggi. È inspiegabile quello che sta accadendo, ho detto all’arbitro che Ciro Immobile, nel contatto in area di rigore, era in possesso del pallone e non aveva alcun vantaggio nel tuffarsi perché era a tu per tu con il portiere ed in area c’erano anche due compagni soli: queste dinamiche devono esser analizzate meglio dai direttori di gara. Non vogliono andare a vedere i nostri episodi; la tecnologia è uno strumento utile, ma bisogna utilizzarla con consapevolezza come è accaduto nel secondo tempo. È giusto andare a veder tutti gli episodi. Oggi ciò non è accaduto, proprio come nel match contro la Juventus, nel quale c’era un rigore netto a nostro favore. Siamo andati a chiedere spiegazioni a Guida e per lui il rigore non c’era e non c’era nemmeno per il VAR: non sappiamo quello che è successo, stavano vedendo un’altra partita.

Dobbiamo essere superiori e capire che in alcune partite dobbiamo essere compatti ed evitare di prendere gol perché le occasioni da gol si possono sempre creare. Il grande gol di Immobile ci ha regalato il pareggio, vediamo se rappresenterà un punto guadagnato o se, invece, saranno due punti persi. In questo momento non riusciamo ad esprimerci al 100%, ma nonostante questo dobbiamo portare a casa in altro modo il risultato proprio come fanno le grandi squadre. La squadra ci ha creduto ed ha lottato fino all’ultimo, ma gli episodi sono andati a favore dei sardi ed, inoltre, a loro son stati favorevoli anche le decisioni della squadra arbitrale: il campionato ci vede molto penalizzati. È giusto lamentarsi, ma dobbiamo anche analizzare il nostro momento: ora ci attende una gara importantissima, dovremo giocarcela sapendo di poter e di dover vincere. Dobbiamo partire da Roma con questa consapevolezza e con la voglia di voler ottenere un risultato positivo.

Il gol nel finale di Immobile ci dà della linfa positiva, dobbiamo trattenerla in vista del match di Europa League che sarà molto difficile per noi. Il Cagliari ha giocato sulle seconde palle ed ha creato poco, ma i rossoblù sono stati bravi a sfruttare le loro occasioni. Noi non siamo stati rapidi, non siamo stati brillanti e, di conseguenza, non abbiamo sfruttato gli spazi che si sono creati. Nonostante ciò, abbiamo realizzato due gol e c’era anche un rigore a nostro favore: dobbiamo capire che alcune gare bisogna vincerle anche se non giochiamo al 100%”.sslazio.it

Tempo di esecuzione: 0.072381973266602
Controller: Articoli
ID Pagina: 3879
Elemento caricato: Articolo #3879
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: 2fa3ee691306e3a1
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1