Live Radio

Futuro Lazio in attesa della Champions: sponsor, ritiro ed il rinnovo di Peruzzi e Tare

RASSEGNA STAMPA

La Champions è l’obiettivo, il sogno che Inzaghi e i suoi ragazzi stanno rincorrendo da settembre sul campo. Meritano applausi per quanto fatto, qualsiasi sia l’esito finale di questo spareggio con l’Inter. Arrivare quarti vorrebbe dire 15 milioni sicuri come premio d’ingresso, una decina derivanti dal market pool a cui si aggiungeranno i premi per ogni pareggio (900 mila euro) e per ogni vittoria (2,7 milioni) nelle sei partite garantite del girone. Altri soldi arriveranno poi dal botteghino. In attesa di sapere se quegli introiti li avrà o no, il presidente Lotito si sta muovendo fuori dal campo per provare a far crescere ancor di più la Lazio anche dal punto di vista del fatturato.

MAGGIORI INTROITI
È questo il momento giusto in cui battere il ferro. I biancocelesti, grazie alla meravigliosa cavalcata, hanno guadagnato visibilità e soprattutto appeal. I calciatori strizzano l’occhio. Così come le aziende interessate a comparire sulla maglia. Il contratto firmato un anno fa con la Seleco ha un valore economico garantito di 4 milioni di euro fino al 30/06/2018, in caso di proroga, di ulteriori 4 milioni di euro per ciascuna stagione. E prevede, in caso di partecipazione al competizioni europee e al conseguimento di risultati sportivi, il riconoscimento di ulteriori bonus. Il numero uno laziale avrebbe alzato l’asticella chiedendo 7 milioni (la Roma da Qatar ne percepisce circa 12). E ci sarebbe già un’altra azienda pronta ad arrivare a cifre simili a quelle chieste da Lotito. Chiaro che tutto verrà definito a fine campionato quando si saprà con certezza se la Lazio giocherà a meno in Champions il prossimo anno. Seleco non scomparirà del tutto ma resterà nel retro della maglia (già ora è presente) con il brand extension Easy Life.

ANGELO CUSTODE
Ma le novità in cantiere non finiscono qui perché sarebbero già state approvate le casacche del prossimo anno: ce ne sarà una nera. Con ogni probabilità sarà la terza. Per quanto riguarda il ritiro, vista la stagione lunga e il mondiali in Russia, sarà slittato di una settimana. Salvo variazioni dell’ultimo minuto la partenza è prevista per il 15 (raduno e visite dal 7) e rientro il 29. In settimana la riunione definitiva per le date balla ancora il periodo dal 7 al 21. Già definita una seconda parte del ritiro ad inizio agosto tra l’Austria e la Germania. Praticamente fatta per il rinnovo del contratto (annuale) di Angelo Peruzzi. Figura positiva e sempre più importante nello spogliatoio. Il manager sta crescendo così come tutta la squadra e per questo che ci si è affrettati a farlo firmare. Rapporto solido con Lotito tanto che il numero uno vorrebbe un suo parere sull’eventuale scelta di un nuovo tecnico. L’addio di Simone Inzaghi non è scontato ma non si può lasciare nulla al caso. Il profilo, se mai dovesse essere, è sempre quello di un tecnico giovane e con voglia di arrivare. Discorsi precoci perché Inzaghi è amato dalla piazza e soprattutto è stato uno dei pochissimi a trasmettere quella lazialità che da tempo chiedevano i tifosi. Non dovrebbero esserci problemi neanche per il rinnovo del ds Igli Tare. Pronto a rinforzare la squadra per la prossima stagione. Un dovere nei confronti di una tifoseria che mai come in questo momento sta facendo quadrato. Il futuro è adesso ma per diventare grandi bisogna restare uniti. Sempre.

Ilmessaggero


Tempo di esecuzione: 0.072249889373779
Controller: Articoli
ID Pagina: 4717
Elemento caricato: Articolo #4717
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: a4f212ca3f5fedd4
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1