Live Radio

Panos a Radiosei, l’amore del tifoso greco: "Abbonato da 20 anni, quanti viaggi da Atene all'Olimpico!"

RASSEGNA STAMPA

Molto più di una semplice passione, è vero e proprio amore. Di quelli travolgenti perché nati in età adulta, quando teoricamente si è più maturi ma si viene travolti da sentimenti adolescenziali. Il calcio, a volte, fa anche questo. Sono tanti i tifosi della Lazio sparsi per il mondo. In molti hanno perso la testa per i biancocelesti alla fine degli anni 90, quando il club era arrivato a competere con le migliori squadre d'Europa (oltre allo scudetto nel 2000 conquistò anche la Coppa delle Coppe e la Supercoppa Europea nel 1999). Erano tanti gli svedesi che, attirati dal tecnico biancoceleste Eriksson, si avvicinarono alla squadra. Erano tanti però anche i greci, intrigati dal fatto che la Lazio, nel 1900, scelse i propri colori ispirandosi a quelli della bandiera ellenica. Fra loro anche Panos, un ateniese di 48 anni che da oltre 20 segue i biancocelesti con grande fedeltà. Abbonandosi e collezionando migliaia di chilometri di viaggio per veder giocare la Lazio in casa e in trasferta. 

LA STORIA — All'epoca coltivare la propria passione non era semplice. Internet non era ancora così presente come oggi e la quantità di notizie che forniva non era illimitato come ora. Grazie alla creazione di una community (Lazio World), e a una trasmissione radio in inglese, progetti pensati proprio per unire i laziali sparsi per il mondo, Panos ha avuto modo di avvicinarsi ancora di più al mondo Lazio. I primi viaggi per vederla dal vivo, i primi abbonamenti. Poi la scoperta dell'ambiente romano: le radio che parlano di Lazio 24 ore al giorno, i siti dedicati, i forum. E così quell'infatuazione per i biancocelesti per Panos è diventata vero e proprio amore: della Lazio gli piace la storia, la passione, travolgente quando ci sono momenti di difficoltà. E allora ha passato le giornate incollato alla radio, per saperne sempre di più. Così, giorno dopo giorno, ha imparato l'italiano, lo ha perfezionato, anche e soprattutto per cantare i cori quando va allo stadio. 

LA VISITA — Ieri Panos è stato ospite della sua radio preferita, Radiosei, e ha potuto raccontare la sua storia. Pure quest'anno si è abbonato, anche se ovviamente non potrà vedere tutte le partite: "Di solito vengo una volta al mese. Però a Lazio-Napoli, alla prima giornata, ci sarò. Il mio amore è talmente forte che anche mio figlio è tifosissimo della Lazio. Non guardiamo nemmeno più il campionato greco, ci interessa solo la Serie A", racconta in diretta. Poi si spegne il microfono e Panos, prima di ripartire per Atene con l'ennesimo abbonamento in tasca ringrazia quasi commosso: "È stato bello vedervi in faccia. Sono tanti anni che vi ascolto, fate parte della mia vita quotidiana". E poi un abbraccio, di quelli che si danno ai parenti. Di quelli che si danno a chi condivide molto più di una semplice passione, ma un vero e proprio amore.gazzetta dello sport elmar bergonzini

Tempo di esecuzione: 0.45708799362183
Controller: Articoli
ID Pagina: 5674
Elemento caricato: Articolo #5674
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: f3035d0ec96752ab
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1