Live Radio

Keita, si lavora per il lieto fine: pronti 2 milioni, resta problema rapporto con l'agente

CALCIOMERCATO

Keita è in mezzo al prato dello stadio Olimpico, piegato sulle ginocchia, con il capitano Lucas Biglia (ieri il suo agente era allo stadio, probabile nuovo incontro a breve per il rinnovo) al suo fianco che tenta di consolarlo. Sta piangendo come un bambino, perché l'arbitro ha appena fischiato tre volte, ufficializzando la vittoria della Coppa Italia da parte della Juventus. Si è conclusa così, con le lacrime amare del giovane senegalese, la partita della Lazio contro i bianconeri. L'ex canterano del Barcellona avrebbe preferito un finale di stagione diverso, un trofeo alzato da protagonista, magari con altro gol decisivo che avrebbe accresciuto il suo già alto bottino di 15 reti i stagione. 

LA FASE DI STALLO E I CONTATTI CON LA FAMIGLIA - Non è andata come aveva sognato, è vero. Ma la sensazione è che avrà presto una nuova opportunità per provarci. Perché la Lazio contro i marziani della Juventus dovrà giocare (salvo colpi di scena clamorosi) anche la prossima Supercoppa italiana. E sta facendo di tutto per fare in modo che in quella partita Simone Inzaghi possa contare ancora su Keita. La fase di stallo nei rapporti con l'agente del calciatore non sta a significare che il club biancoceleste se ne sia stato con le mani in mano per tutto questo tempo. Semplicemente ha parlato con il senegalese attraverso altri canali, riducendo al minimo i rapporti con un interlocutore con il quale ci sono state - per responsabilità di entrambi - delle forti frizioni in passato. In questi ultimi mesi Keita è stato avvicinato dal presidente Lotito e dal ds Tare, che a loro volta hanno avuto dei colloqui anche con la famiglia del ragazzo, confermando di voler puntare ancora su di lui per il futuro.

IL CHIARIMENTO ALL'INTERNO DELLO SPOGLIATOIO - Lo hanno fatto sentire importante, un po' quello che sta facendo Simone Inzaghi da inizio stagione. L'allenatore della Lazio, sia nelle parole che nei fatti ha dimostrato a Keita di credere ciecamente in lui e di considerarlo un elemento essenziale per la sua idea di calcio. La miglior stagione tra i professionisti dell'attaccante numero 14, in fondo, non è proprio un caso. Nel corso di questi ultimi mesi ha cambiato completamente il modo di porsi all'interno del gruppo, anche per via di un riavvicinamento tra lo stesso Keita e quello spogliatoio che, soprattuto in estate, non aveva gradito il comportamento del nazionale del Senegal. In particolare non erano stati digeriti il suo arrivo in ritardo nel ritiro estivo di Auronzo di Cadore e il seguente atteggiamento una volta riunito insieme al resto della squadra sulle Dolomiti. Con il passare delle settimane e dei gol, però, tutto è stato messo alle spalle, soprattutto per merito di alcuni confronti privati con un senatore della squadra come Lulic, oltre a quelli di cui hanno parlato pubblicamente Parolo e Biglia.

PRONTA UN'OFFERTA VICINA AI 2 MILIONI DI EURO - Ecco perché adesso, il Keita di qualche mese fa alla ricerca di una nuova sistemazione si è trasformato completamente. E il suo desiderio, ora, è quello di restare in biancoceleste, a meno che non arrivi un'offerta stratosferica che gli consenta di fare un oggettivo salto di qualità. La Lazio dal canto suo è finalmente pronta per accontentarlo: Lotito ha stanziato un budget da 1,8 milioni circa (bonus compresi) per convincere il giocatore a rinnovare e restare in biancoceleste anche nella prossima stagione. Resta il problema di come "trattare" questa proposta con il suo procuratore e proprio per questo il presidente della Lazio sta pensando di utilizzare il tecnico Simone Inzaghi (una tantum, almeno per il momento), come "mediatore" della trattativa, quale principale sponsor e garante dei vantaggi che deriverebbero da una permanenza di Keita a Roma. Così, forse, questa travagliata storia potrebbe arrivare a un lieto fine. E il giovane senegalese si conquisterebbe una nuova opportunità per poter "vendicare" quelle lacrime amare di ieri sera.repubblica.it 

 

 

Tempo di esecuzione: 0.044339895248413
Controller: Articoli
ID Pagina: 641
Elemento caricato: Articolo #641
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: default/articoli
Loading ID: 25424ec3754aa4a4
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 11
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=7)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1
  'spazi_pubblicitari' => int 2
  'pubblicita' => int 2