Live Radio

Milinkovic e il riscatto in 'serbo'

RASSEGNA STAMPA

ROMA L'aria di casa potrebbe essere la migliore medicina, se solo Milinkovic non avesse iniziato in Serbia a non sopportare più la pressione mediatica. Torna in Nazionale, Sergej, per mettersi alle spalle le critiche biancocelesti anche dopo la vittoria sulla Fiorentina. Il problema è che, dopo il mondiale sotto tono e la sostituzione nel 2 a 2 con la Romania, gli erano piovute critiche addosso anche in patria durante la prima sosta. Sergej aveva addotto questa scusa: «Il mio ruolo in campo viene frainteso. Quando sono sotto porta cerco di sfruttare ogni occasione, ma non è il mio compito metterla dentro». La sua fortuna ora è la sua condanna: 12 reti in campionato la scorsa stagione, la laurea di miglior centrocampista goleador della storia biancoceleste. Ecco perché un gol e un assist in 10 gare sono nulla per questo baby campione. A Formello ha provato a liberarlo da questo male Inzaghi. Gli ha chiesto di fare le cose più semplici, ma domenica nessuno si è accorto della prestazione d'interdizione di Milinkovic: top player per duelli aerei vinti (4), dribbling (3) e soprattutto palloni recuperati (12). Soddisfatto, il tecnico: con Immobile e Caicedo in campo c'è un lavoro diverso da fare. Niente tacchi e punte, Sergej ha pensato solo a correre e trottare, eppure il pubblico si aspettava sempre le sue giocate. 
PRESSIONEL'impegno insomma non basta. Può e deve fare di più mister 150 milioni, ma la Lazio ora ha capito che purtroppo è questa valutazione a determinare in Milinkovic un'ansia da prestazione. Dopo il derby perso gli è stato comunque rinnovato il contratto, ma a Francoforte è rimasto spaesato e distratto. Quindi è stato ripreso a brutto muso e poi contestato, ma Milinkovic non ci sta a passare come Luis Alberto per un mercenario. Lo striscione esposto a Ponte Milvio ha toccato entrambi, ora insieme devono rialzarsi. La società e lo staff tecnico stanno coccolando Sergej, con lo spagnolo sono invece meno clementi. Anche perché non sta piacendo l'uso social dei video per far vedere a tifosi le cure esterne per la sua malattia, visto che a Formello coi medici non si era mai lamentato di alcuna pubalgia.
RECUPERODopo averlo punito a Francoforte e anche con la Fiorentina (preferito l'ingresso di Correa), Inzaghi dovrà comunque studiare una strategia di recupero per Luis Alberto. E' fondamentale, dal punto di vista tattico, anche per la ripresa di Milinkovic il suo ritorno. Sergej riesce a inserirsi e ad essere più decisivo sotto porta solo quando gioca con lo spagnolo: i due si intercambiano fra la trequarti e il centrocampo, uno senza l'altro non riesce a sfoderare numeri e magie dello scorso anno. Lotito è stato applaudito in estate per averli trattenuti, ma senza le giuste motivazioni a certe cifre quasi quasi andavano venduti.   

Il Messaggero

Tempo di esecuzione: 0.64647889137268
Controller: Articoli
ID Pagina: 6441
Elemento caricato: Articolo #6441
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: d8a7cb23081c978b
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1