Live Radio

'9 GENNAIO 1900' –  Il doppio ex Manfredini: “Lulic a destra? Meglio un rinforzo dal mercato. Col Chievo l'esito non è più scontato” (AUDIO)

ESCLUSIVE

'9 Gennaio 1900' – L'ex calciatore di Chievo e Lazio, Christian Manfredini: “Abbiamo passato una fase in cui facevo malissimo, adesso stiamo crescendo e andiamo molto bene, il calcio italiano è ripartito e stiamo tornando”. La Lazio ha sempre creduto nell'impegno europeo: rischio strascico dopo il ko di ieri? “Il turno era superato, giusto giocasse chi aveva avuto meno spazio. Poi cambiando tanti giocatori insieme ci sono maggiori difficoltà, non credo che l'esito del match possa alterare il rapporto di Inzaghi con alcuni giocatori”. Le parole di Inzaghi, “la gara non era così importante” possono rappresentare un messaggio negativo per le riserve ? “Se un tecnico ti chiama devi fare il massimo, a prescindere. Ripeto che era una gara che non contava”. Che pensi delle seconde linee biancocelesti? “La Lazio ha una rosa importante. Bisogna migliorare il risultato della scorsa stagione, credo che la Lazio possa arrivare quarta”. La prossima che giornata sarà di campionato? “Un mese fa ti avrei detto che col Chievo non ci sarebbe stato match, ora i clivensi vengono da una gara particolare come quella col Napoli; penso comunque che la Lazio possa fare risultato, considerando anche il ritardo di Luis Alberto e Milinkovic e la loro crescita. Entrambi possono fare decisamente meglio, tutto l'ambiente se lo aspetta”. Giusta la gestione di Correa? “L'allenatore è soggetto a critiche ma alla fine contano i risultati. Correa meriterebbe di giocare dall'inizio ma è importante quando entra, dipende comunque dall'idea dell'allenatore. A me piace molto anche Lukaku ma Inzaghi fa una valutazione diversa”. Sulla fascia destra maggiori difficoltà: Lulic a destra può essere una soluzione? “All'inizio si fatica a giocare sulla fascia non di competenza perché hai una prospettiva diversa del campo, dipende anche dalla volontà del giocatore”. Serve a destra un rinforzo? “Certo, ma deve essere un calciatore che dia spinta e forza: un Felipe Anderson nuovo”.    

     

Tempo di esecuzione: 0.77683401107788
Controller: Articoli
ID Pagina: 7099
Elemento caricato: Articolo #7099
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: 0b1a6802d4d82d23
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1