Live Radio

Di necessità virtù: in attesa di Zappacosta, per la fascia pronto il rientro di D. Anderson

RASSEGNA STAMPA

Solito motto: di necessità, virtù. Si pesca quasi in casa a Formello, può rientrare da Salerno il primo rinforzo: Djavan Anderson è il cavallo di ritorno. Nemmeno sei mesi di rodaggio in Campania. Dopo le prove al pianoforte ad Auronzo, Inzaghi può riammetterlo nella sua orchestra. Il terzino 23enne olandese (di origini giamaicane) non ha trovato molto spazio (appena 6 presenze per un totale di 355’) alla Salernitana, vuole rilanciarsi alla Lazio sulla fascia. In realtà, si tratta di una mossa per tamponare l’emergenza a destra. Caceres è ai dettagli col Parma (un anno e mezzo di contratto), c’è anche Basta (Bologna in pole) in uscita, ma Lotito non ha intenzione di fare grossi investimenti senza una terza vendita. Così Anderson è stato bloccato in caso di necessità: a Dubai il ds Tare ha parlato con il suo agente Ezio Castriota e, guarda caso, ha congelato il suo trasferimento al Foggia. Djavan aspetta e spera di ripercorrere la strada di Luiz Felipe. Un anno fa a Bari si era laureato fra i quattro migliori difensori della serie B, a Salerno non è mai emerso, ma come esterno nel 3-5-1-1 d’Inzaghi potrebbe essere un valore aggiunto. Caratteristiche diverse rispetto a quelle di Marusic: 1.74 centimetri per 70 chili, rapido e resistente, duttile e abile nel dribbling. Certo che il suo nome non farebbe strappare i capelli ai tifosi, ma ormai a gennaio ci sono abituati.

SOGNI
Eppure servirebbe, eccome, uno sforzo per la Champions. Anche se la Lazio è convinta di aver allestito la giusta rosa in estate, confida nel ritorno di Marusic ai suoi livelli e fa dei calcoli in termini di numeri. Se anche Patric (Spagna o Inghilterra) partirà, allora si potrà pensare a un innesto di maggior qualità. Il sogno rimane Zappacosta, si sta lavorando tramite l’agente Lucci col Chelsea a un prestito con obbligo di riscatto a 15 milioni. Dall’Inghilterra arrivano segnali d’apertura, ma la Lazio ci va molto cauta. Anche perché alla fine potrebbe essere “costretta” a dirottare un eventuale tesoretto per un altro centrale di difesa. Tare ha confabulato con l’agente Mendes negli Emirati, sul mercato come quest’estate c’è pure Wallace e si è fatto sotto il Wolverhampton nelle ultime ore. Affare comunque complicato perché Lotito pretende almeno 8 milioni (gli stessi sborsati) per cederlo.

RITORNI
Non svenderà nessuno, la Lazio, sopratutto i propri pezzi pregiati. Nuovi timidi sondaggi prima di un’eventuale offerta del Milan per Milinkovic, il presidente chiude alla cessione adesso a priori. Il serbo così come Luis Alberto (il Siviglia rimane in agguato) rimarranno a Roma almeno sino a fine stagione, poi potrà partire il nuovo tormentone. Ne è ricominciato invece un altro sul web come in ogni sessione: il ritorno di Candreva (vecchio pupillo d’Inzaghi) in prestito dall’Inter sino a fine stagione. Dall’entourage dell’ex biancoceleste e dalle stesse società arrivano ovviamente solo smentite. Dunque, a Formello può tornare solo Anderson, ma è difficile gioire. E’ Djavan, mica Felipe.ilmessaggero

Tempo di esecuzione: 0.081576824188232
Controller: Articoli
ID Pagina: 7518
Elemento caricato: Articolo #7518
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: 6ca27bc562542263
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1