Live Radio

Assalto al quarto posto è una corsa ad ostacoli

APPROFONDIMENTO

Un tour de force per dare l’assalto alla Champions. Un percorso ad ostacoli sempre più complicato. Non bastava un calendario fitto d’impegni, ci si è messo pure il rugby a creare un ancor più cammino tortuoso. Si gioca oggi a tre giorni dalla trasferta di Frosinone. Il successo di misura allo Stirpe, ha permesso alla squadra di Inzaghi di agganciare la Roma al quinto posto, in coabitazione anche con l’Atalanta. Il Milan è lontano solo un punto e un successo contro l’Empoli consentirebbe ai biancocelesti di tornare al quarto posto almeno fino domenica quando i rossoneri sfideranno il Cagliari. Il problema principale per la Lazio, in questo momento, è la stanchezza. Molti giocatori sono in affanno, Inzaghi ha provato a far ruotare il più possibile i giocatori in panchina ma più di qualcuno non lo ha convinto. Ieri il tecnico ha parlato al gruppo, un discorso motivazionale per tenere tutti sulla corda. «C’è un po’ di stanchezza a livello fisico perché abbiamo giocato tanto. Ma a livello mentale la squadra sta bene, viene da due vittorie importanti. Dovremo farci trovare pronti per la sfida contro l’Empoli» sottolinea Inzaghi. 
GESTIONE DELLE FORZE
Normale che in questo momento ci sia un po’ di preoccupazione. Inzaghi avrebbe preferito presentarsi alla semifinale d’andata di coppa Italia e ai sedicesimi di Europa League con un po’ più di benzina nel motore. Far giocare sempre gli stessi uomini ha finito per stressare qualche senatore. «Sarà determinante come si affronteranno le partite, una dopo l’altra. È ancora presto per guardare la classifica, mancano sedici partite: ci saranno scontri diretti, periodi meno buoni per tutte le squadre. Servirà grandissima continuità» ammette il tecnico laziale in riferimento alla corsa Champions. Poi batte sul tasto del rugby, la gara del Sei Nazioni dell’Italia ha costretto i biancocelesti all’anticipo. Una decisione che Inzaghi non ha gradito: «Eravamo al corrente che ci sarebbe stata questa possibilità andando avanti su tutti e tre i fronti e siamo contenti. Però fino a 20 giorni fa non sapevamo che avremmo giocato di giovedì. Non ci aiuta avendo giocato in Coppa Italia una settimana fa e lunedì con il Frosinone. Ci sarebbe piaciuto giocare nel weekend come tutte le altre. Ma sono sicuro che faremo una grande partita». In questo momento anche 24 ore in più fanno la differenza. Soprattutto per come preparare le partite. Alla fine è la gara stessa a diventare l’allenamento. Ieri i biancocelesti si sono concentrati soprattutto sulla parte video analizzando pregi e difetti dell’Empoli di Iachini, un allenatore che come sottolinea il laziale «è molto esperto e molto bravo. Squadra veloce, frizzante, con giocatori molto tecnici dalla metà campo in avanti. I quinti Pasqual e Di Lorenzo spingono molto, troveremo una squadra che vorrà fare la partita». Ilmessaggero.it

Tempo di esecuzione: 1.8402597904205
Controller: Articoli
ID Pagina: 7981
Elemento caricato: Articolo #7981
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: 40c296493c0ac564
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1