Live Radio

Lazio, scatto Champions

RASSEGNA STAMPA

ROMA Il piedone di Caicedo riporta la Lazio in Champions. Almeno fino a domenica quando toccherà al Milan rispondere. Ironia del destino è proprio l'attaccante dell'Ecuador, criticato lo scorso anno per aver fallito la rete qualificazione a Crotone, a ridare il quarto posto ai biancocelesti. Secondo centro consecutivo. Due tiri da tre punti. Dopo il Frosinone battuto anche l'Empoli grazie ad un rigore conquistato e segnato dallo stesso Caicedo. Partita condizionata dalla stanchezza e dagli infortuni ma la Lazio, sotto gli occhi attenti del ct Mancini, riesce lo stesso a conquistare una vittoria fondamentale per il suo obiettivo. E così dopo appena due giornate i biancocelesti tornano sul podio dell'Europa che conta risalendo dall'ottavo posto in cui erano scivolati. La Lazio non gioca una bella partita ma per Inzaghi questo conta poco perché in un momento complicato e fitto d'impegni hanno più importanza i risultati. Continua invece il momento buio dell'Empoli che non vince dal 9 dicembre e subisce gol da 20 gare di fila. Appena due punti nelle ultime 8 partite per la squadra di Iachini in piena zona retrocessione.
GUIZZO VINCENTELe batterie scariche si fanno sentire sulle gambe dei biancocelesti. Inizio lento e macchinoso con qualche svarione di troppo in difesa. Fortuna che l'Empoli non ha la giusta cattiveria per approfittarne. La squadra va al piccolo trotto e la manovra diventa troppo prevedibile. Un lampo di Romulo che sulla destra spinge e crossa bene. I 120 minuti contro l'inter in coppa Italia e i 90 di lunedì a Frosinone si fanno sentire e si vede. Anticipare per via del rugby poi non aiuta di certo. In più Inzaghi deve rinunciare agli acciaccati Luis Alberto e Immobile che guardano la partita dalla tribuna. Correa anche non sta benissimo, ha una vistosa fasciatura al quadricipite della gamba sinistra e corre al minimo dei giri. Si era fermato per un problema proprio a San Siro. Ma nonostante tutto l'argentino ci prova in continuazione. Il guizzo giusto arriva da Caicedo che per farsi perdonare un gol pazzesco divorato (fortuna per lui era in fuorigioco) ruba una palla a Provedel in area, il portiere dell'Empoli temporeggia troppo ed è costretto al fallo da rigore. Siparietto divertente con Correa che ruba la palla all'attaccante per calciare il rigore, la faccia di Caicedo dice tutto. Inzaghi voleva farlo tirare a Romulo. L'argentino ci ripensa e gli restituisce il pallone. Qualche attimo restano tutti con il fiato sospeso. Il gol dell'ecuadoregno restituisce sorrisi e battiti regolari al cuore. La Lazio si divora due gol nella ripresa. La cattiveria sotto porta va ancora allenata. Qualche brivido di troppo nel finale che però i biancocelesti riescono a gestire seppur non sempre in maniera lucida. L'esultanza di Inzaghi al fischio finale di Chiffi la dice lunga sull'importanza del match. Biancocelesti più forti di qualsiasi ostacolo. Ora bisognerà recuperare energie in vista della sfida di Europa League, giovedì contro il Siviglia.

Il Messaggero

Tempo di esecuzione: 1.7068388462067
Controller: Articoli
ID Pagina: 7991
Elemento caricato: Articolo #7991
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: d5231e18dde769b5
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1