Live Radio

Si poteva fare, la Lazio spreca e il Siviglia passa ancora: addio Europa

EUROPA LEAGUE

PT SIVIGLIA-LAZIO 1-0 (20’ Ben Yedder)

Ancora Ben Yedder decide il primo tempo di Siviglia: fatale al 20’ un errore collettivo della Lazio che coinvolge prima la sbavatura di Milinkovic in possesso di palla, poi la mancata uscita di Patric che tiene in gioco l’attaccante andaluso che sulla corta respinta di Strakosha (sinistro dal limite di Sarabia) è lesto ad insaccare. Poco prima era stata la squadra di Inzaghi a sfiorare la rete con un’incursione di Lulic. Il bosniaco una volta arrivato a tu per tu con Vaklic perde il tempo giusto per la conclusione, ma è anche toccato da dietro da un pestone di Mercado. Rigore evidente, non per l’inglese Taylor. La seconda parte di tempo vede una Lazio più propositiva, ma manca sempre qualcosa nell’ultimo passaggio per arrivare al tiro. Andalusi con qualità in avanti, ma spesso distratti in fase difensiva. Non pervenuto Immobile, buona la prova di Milinkovic. Ora alla Lazio serve una vera e propria impresa nel secondo tempo.

FP SIVIGLIA-LAZIO 2-0 (20’ Ben Yedder, 79’ Sarabia) 

Eppure si poteva fare. Come se non bastasse l’eliminazione, la Lazio saluta l’Europa con l’amaro in bocca per la percezione di un discorso che poteva prendere (e forse doveva) una piega diversa. Questione di mentalità, qualità nei momenti decisivi, freddezza e cattiveria sotto porta: si, perché se all’intervallo sembrava una scalata impossibile, nella ripresa l’espulsione di Vasquez e le clamorose occasioni capitate ad Acerbi, Immobile e Romulo (alle quali si aggiungono molte altre sfumate per errori di scelta ed ultimo passaggio) avevano aperto uno spiraglio che una grande squadra avrebbe trasformato in possibile impresa. Così non è stato, anzi la gara è nuovamente girata dopo l’espulsione di Marusic. Il Siviglia è squadra vera, sa cogliere i momenti ed appena ha rialzato la testa ha legittimato con un bel diagonale di Sarabia. Finisce 2-0, 3-0 con la rete dell’Olimpico. Pronostici rispettati e neanche un gol segnato ad un club costruito davvero per essere protagonista fino in fondo. Non a parole. L’Europa non c’è più, il primo obiettivo stagionale è sfumato, ora testa su Coppa Italia e derby.

 

Tempo di esecuzione: 1.4510338306427
Controller: Articoli
ID Pagina: 8158
Elemento caricato: Articolo #8158
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: 3edb36176fd4ca55
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1