Live Radio

'9 GENNAIO 1900' – Gozzini (GdS): “Il Milan fa bene ma se serve l'acuto si ferma. Con la Lazio obbligatorio vincere” (AUDIO)

APPROFONDIMENTO

'9 GENNAIO 1900' – Alessandra Gozzini (La Gazzetta dello Sport): “Con la Lazio prova d'appello per uscire da un momento di difficoltà? Certamente, se non vincesse rischierebbe di farsi male anche perché oltre ai biancocelesti ci sono la Roma e l'Atalanta, quest'ultima in forma straordinaria. Se perdere con la Juventus pè stato accettabile, non vincere in casa con la Lazio non lo sarebbe. Gattuso ha alzato la voce in settimana? Rino ci ha abituato a tutti i toni possibili. Gattuso è talmente sincera e se reputa la gara di domani una finale è perché ci crede veramente, il Milan deve per forza vincerla, sia per rimanere in corsa sia per il clima: non so che atmosfera ci sarebbe al fischio finale senza vittoria dei rossoneri. Il tecnico calabrese è decisamente schietto, a volte anche troppo perché si carica di responsabilità non sue. Che tipo di gara faranno Romagnoli&Co? Non vederemo certamente l'andata di Coppa Italia a Roma, in quell'occasione il Milan pensava a non far giocare bene la Lazio, un po' meglio i capitolini ma senza grandi occasioni. Non so se Inzaghi possa accontentarsi di un punto, il Milan deve vincere ad ogni costo. Da quella gara a Roma il Milan ha continuato sì a vincere altre gare ma senza meritarlo come ammesso da Ringhio, quindi c'è stato un calo generale, anche fisico come mostrato dai dati sulla corsa e sui contrasti. Parliamo di una squadra giovane, che fa tante buone cose ma quando serve la cosa migliore si ferma e riparte. La vicenda del Financial Fair Play può influire in campo? Il deferimento credo sia un atto formale, tra Milan ed Uefa esiste un confronto aspro, senza soluzione sarebbe una spina nel fianco del glub, penso a dirigenti come Gazidis. Si è ipotizzato anche lo sfogo verso la giustizia ordinaria, sarebbe meglio a mio avviso trovare un accordo con la Uefa anche per non andare troppo per le lunghe con un peso del genere sulle spalle. Scontri diretti restano un problema avendo vinto due gare su 12, una per girone. La formazione? La stessa che ha perso con la Juventus, Suso e Chalanoglu esterni con Piatek centravanti”

.

Tempo di esecuzione: 0.91224503517151
Controller: Articoli
ID Pagina: 8893
Elemento caricato: Articolo #8893
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: 185f67b2f63c6a6f
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1