Live Radio

Ultimatum Champions, la Lazio non può più sbagliare

RASSEGNA STAMPA

ROMA Prova d'appello per la Champions. Ora o mai più verrebbe da dire guardando la classifica. Nonostante il solo punto nelle ultime tre gare la Lazio, al momento ottava a quota 49 punti, ha ancora la chance di tornare in piena corsa per il quarto posto. Chiaro che non potrà fallire questa sera contro l'Udinese nel recupero della 25/ima giornata di serie A. La lunga coda di veleni seguita al ko subito a San Siro dal Milan non deve assolutamente intossicare menti e muscoli dei biancocelesti. Normale che non ci sia tranquillità nello spogliatoio. Troppe parole hanno agitato questi ultimi tre giorni. La sentenza del giudice sportivo ha messo quella finale. L'ultimissima spetterà al tribunale visto che la Procura della Figc ha aperto un'inchiesta. Le richieste del procuratore, Giuseppe Pecoraro non si sapranno prima di 10-15 giorni (i deferimenti, per le sentenze ci sarà da aspettare ancora di più). Detto questo la Lazio deve andare necessariamente oltre e riversare la sua rabbia sul campo per tornare alla vittoria. Tre punti fondamentali per recuperare il terreno perso contro Spal, Sassuolo e Milan. Inzaghi ha parlato alla squadra cercando di tenere alta la concentrazione senza perdere di vista il vero obiettivo. «C'è tantissima rabbia e delusione, perché dopo il primo tempo col Milan non meritavamo di perdere assolutamente. Sono stato chiaro con la squadra, non dobbiamo mollare, quello che è accaduto potrebbe deconcentrare e togliere un po' di motivazioni. Ma ho un gruppo straordinario, dobbiamo andare avanti, con l'Udinese sarà importante» ha sottolineato il tecnico. La via da seguire è quella del carattere visto contro i rossoneri. Non certo l'approccio molle che ha portato una sconfitta e un pari contro Spal e Sassuolo. C'è bisogno di una svolta dal punto di vista mentale, la Lazio in questo momento ha bisogno di vincere una partita in maniera sporca per dire a se stessa di esserci ancora. Perché è proprio quello che è mancato nell'ultimo periodo. Insomma serve una svolta per ritrovare sorriso e convinzione. 
QUESTIONE ARBITRALELa questione arbitrale continua a tenere banco. La Lazio si sente penalizzata dopo gli ultimi episodi di Ferrara e Milano. «Il mio sogno da allenatore sarebbe quello di poter recriminare solo su noi stessi e sui nostri errori in campo. Quello è il nostro sogno. L'anno scorso abbiamo recriminato tanto, quest'anno sta succedendo lo stesso, dobbiamo spesso recriminare su altri fattori» ha ribadito ancora Inzaghi che dovrà fare a meno di Luis Alberto per l'ammonizione troppo fiscale di Rocchi: «Avevo visto non c'era fallo. Non era giusto il giallo». Oggi arbitrerà Calvarese: «È un arbitro importante, è in ascesa, è un ottimo direttore di gara. Ma io devo concentrarmi sulla squadra e sui miei giocatori». Quella con l'Udinese non sarà certo una partita semplice: i nostri avversari vengono dal ko di sabato contro la Roma e cercano importanti punti salvezza. Tudor ha dato loro una nuova identità e tanta voglia di lottare. «È una squadra attenta, concentrata e che può ripartire da un momento all'altro» avverte Inzaghi. Ecco perché conterà l'approccio della Lazio questa sera. Sei punti in quattro giorni la missione dei biancocelesti che dopo le nubi tossiche dell'ultima settimana voglio tornare a vedere le stelle: quelle della Champions League. 

Il Messaggero

Tempo di esecuzione: 0.076629877090454
Controller: Articoli
ID Pagina: 8950
Elemento caricato: Articolo #8950
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: 937b0290fdddc649
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1